Tu sei qui
Home > NEWS > SALUTE > Naturopatia > L’ INTELLIGENZA DELL’INTESTINO

L’ INTELLIGENZA DELL’INTESTINO

INTESTINO dentroCASA maggio 2016

Un vero e proprio secondo cervello responsabile del nostro equilibrio psico-fisico

Come naturopata pratico soprattutto tecniche immaginative e di rilassamento e in questa rubrica mi sono spesso focalizzato sul corretto approccio mentale e spirituale verso ogni evento della vita. Oggi parleremo invece di un organo il cui equilibrio è di massima importanza per il raggiungimento del benessere psicofisico. Un organo che oggi molti ritengono più che conosciuto, ma in realtà custode di moltissimi segreti che solo da pochi anni la scienza ufficiale sta cercando di scoprire, e non senza sorprese: l’intestino. A molti di voi sarà capitato di assumere un gastroprotettore piuttosto che un lassativo. Ma quanti, anche esperti di anatomia o medicina, sanno realmente quali sono le reazioni interne quando assumiamo dei farmaci o anche semplicemente del cibo? Recenti studi sembrano evidenziare una relazione tra rischi di lesioni all’intestino tenue, abbassamento del magnesio e maggior propensione all’infarto del miocardio in chi assume per lungo tempo i cosiddetti inibitori di pompa, che sono i maggiori gastroprotettori utilizzati. L’intestino è un organo “intelligente”, cioè capace di un’autonomia sensoriale di trasmissione nervosa in grado di condizionare il nostro stato emotivo. Sulle sue pareti sono localizzati circa 100 milioni di neuroni in stretta relazione con il Sistema Nervoso sia centrale che periferico. Molti ricercatori parlano ormai dell’intestino come di un secondo cervello responsabile del nostro benessere psichico. Legami per esempio tra problemi di ansia o di depressione con un intestino infiammato o disbiotico infatti sono ormai più che dimostrati. La serotonina, sostanza regolatrice del sonno, dell’umore e del dolore, è prodotta per più del 90% dalle cellule intestinali. Quindi un suo abbassamento o innalzamento può provocare disturbi del sonno, ansia, ma anche stitichezza o diarrea. C’è da considerare anche che l’intestino contiene più del 70% di cellule del nostro sistema immunitario. L’equilibrio dell’asse pancia-testa è dunque fondamentale per il nostro benessere. Ma come raggiungerlo? Chi segue questa rubrica sa che non amo consigliare regimi alimentari particolari. La dieta migliore è priva di zuccheri raffinati, latte e latticini, poverissima di carne e cereali, ricca di frutta e verdura. Ma cosa fare se fino ad oggi ci si è alimentati male e si assumono farmaci? Esistono molti metodi per disintossicarci partendo dalle tisane per arrivare al digiuno. È molto importante poi, dopo una disintossicazione, riequilibrare la flora batterica intestinale e i probiotici sono la miglior soluzione. Una sola raccomandazione: evitate il fai da te. Consultate un esperto che sappia consigliarvi la metodologia migliore, perché ognuno di noi è diverso dagli altri ed ogni assunzione, anche di prodotti naturali, va personalizzata. Ricordo infine che, come è dimostrato, la pratica di tecniche di rilassamento e la meditazione possono riequilibrare anche scompensi fisici.

Luigi Ippomei naturopata

Luigi Ippomei naturopata c/o Poliambulatorio SMAO
via Galvani, 4 San Zeno Naviglio Bs – tel 030 3539280

ippomei.it

Salva

Salva

Articoli Simili

Iscrizione Newsletter

Iscrizione Newsletter

Ricevi in anteprima tutte le nostre novità.


You have Successfully Subscribed!