Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > TEOREMA D’ESSENZIALITÀ

TEOREMA D’ESSENZIALITÀ

teorema essenzialità dentrocasa giugno 2017

La ristrutturazione e l’unione di due appartamenti realizza una nuova e armoniosa unità immobiliare, assecondando il carattere gioviale e pratico dei proprietari.

progettazione d’interni e fornitura arredi atelier giorgio ramera – testo anna zorzanello – ph celeste cima

“Dati due appartamenti, simmetrici e su piani diversi, si ottiene una ristrutturazione completa a 360°, pari alla somma di essenzialità e funzionalità, in spazi eleganti e accoglienti, creati a misura”. Così, quasi fosse una formula matematica, si può sintetizzare l’elaborato intervento ricostruttivo eseguito dall’interior designer Giorgio Ramera, su richiesta di una giovane coppia. Acquisiti dai nonni due immobili soprastanti, di uguale metratura, la committenza ha richiesto ai professionisti di Atelier Ramera di unire i due piani, dando forma e praticità a un unico blocco abitativo, prevedendo l’allestimento della zona giorno a livello inferiore e dello spazio notte al piano superiore. Tra le esigenze dei proprietari anche il desiderio di ambienti accoglienti e conviviali, adatti a ricevere ospiti, nonché sostenere la passione culinaria ed enogastronomica di entrambi. La progettazione ha quindi considerato una confortevole suddivisione a open space per lo spazio giorno, uno stile moderno, essenziale, dai tocchi glamour e comode soluzioni con mobili a scomparsa per ottimizzare gli spazi. Un teorema perfetto che ha trasformato le due proprietà in un’armoniosa e omogenea unità strutturale, scenograficamente evidenziata dal disegno tonale e prospettico della scala interna, inserita tra la parete con decorazione rigata e il parapetto in cristallo. Sebbene il living rappresenti l’area privilegiata per “fare salotto” accanto al camino, fulcro della casa per i momenti di condivisione è soprattutto la zona cucina, fornita di banco snack per un aperitivo in compagnia, e dei più moderni elettrodomestici, come il forno a vapore e l’abbattitore di temperatura, per una cucina sana e casalinga, debitamente inseriti dietro le ante di un monoblocco di rovere termotrattato, dove si colloca anche la cantinetta per i vini. Con la proposta dell’“apri e chiudi” e del “vedo, non vedo” restano nascosti alla vista, dietro a porte e ante, anche alcuni spazi di servizio e capienti mobili contenitori, realizzati a filo delle pareti. Al piano notte, la ricerca di essenzialità si unisce invece alla praticità di una celata cabina armadio, e all’eleganza del bagno padronale, interamente rivestito in resina.

Articoli Simili