Tu sei qui
Home > CASA & NEWS > Oltre la ricetta > A NATALE, REGALATE LENTICCHIE!

A NATALE, REGALATE LENTICCHIE!

LENTICCHIE

Un legume simbolo di prosperità e amico della nostra salute.

Ecco perché sarebbe bene consumare lenticchie tutto l’anno

Vi siete mai chiesti perché a Capodanno si mangiano le lenticchie?

Paliamo di un tipo di legumi tra i più nutrienti e allo stesso modo con la percentuale più bassa di grassi.

La maggior parte delle persone le consuma solo il primo dell’anno seguendo un’usanza degli antichi Romani che ha ormai più di 2.000 anni.

Secondo i nostri antenati le lenticchie sono simbolo beneaugurante di ricchezza. La loro forma “lenticolare”, simile a quella di una moneta, rappresentava quindi la prosperità.

Alla fine dell’anno si usava metterne una manciata in una “scarsella” (ovvero una piccola borsa che conteneva solitamente denaro) con l’augurio che i legumi si trasformassero in monete sonanti.

Le lenticchie erano considerate una vera ricchezza per chi non aveva soldi sufficienti per comprare la carne e così rappresentavano una preziosa riserva di cibo durante il freddo inverno.

Le lenticchie sembrerebbero essere il legume più antico coltivato dall’uomo:

dalle testimonianze storiche si pensa che fossero coltivate già nel 7.000 a.C. in Asia e che successivamente si siano diffuse in tutto il bacino del Mediterraneo.

Già presenti nella cucina degli antichi Greci e Romani, erano apprezzate già allora per il gusto e la versatilità, nonché per le proprietà terapeutiche, grazie al loro alto valore nutriente.

Di conseguenza le lenticchie sono amiche della nostra salute e risultano ottime alleate per chi vuole perdere peso o abbassare la glicemia.

Le lenticchie (Lens culinaris) sono una pianta annuale erbacea appartenente alla famiglia delle leguminose, originaria della Mesopotamia e coltivata ad oggi in tutto il mondo.

Tra le tipologie, si distinguono quelle marroni, quelle di montagna, quelle rosse chiamate anche “lenticchie egiziane”, quelle verdi, corallo o rosa, bionde o nere.

Le più pregiate sono coltivate in alcune regioni italiane, come quelle di Castelluccio di Norcia (IGP), le lenticchie verdi di Altamura, quelle di Ustica, le lenticchie di Colfiorito e quelle di Mormanno.

Questo legume è adatto come sostitutivo delle proteine animali e le fibre migliorano il senso di sazietà e il transito intestinale e a ridurre l’assorbimento di zuccheri semplici e di grassi.

Le lenticchie sono inoltre un’ottima fonte di potassio, magnesio e calcio e, ricche di vitamine, contribuiscono a difendere le cellule dallo stress ossidativo e a rafforzare le difese immunitarie.

I motivi per utilizzarle tutto l’anno sono molteplici e regalarne a Natale può essere un modo per augurare prosperità, ma anche per dimostrare quanto abbiamo a cuore la salute degli altri.

Ps: con questo articolo festeggio ufficialmente ben 5 anni della mia rubrica.

Grazie a tutti i lettori e Buone Feste!

Laura Novali
Cuoca e insegnante di cucina macrobiovegan
info@lauranovali.com

Articoli Simili