CINEMA, LO SHOW IN UN CLICK
CINEMA, LO SHOW IN UN CLICK||Gina Lollobrigida,

CINEMA, LO SHOW IN UN CLICK

02/03/2015

A Modena una mostra sugli interpreti e le sceneggiature degli ultimi cento anni in Italia e nel mondo.

Nell’immagine: Giovanni Cozzi, Carlo Verdone, 1998.

Un secolo di cinema. Le emozioni, i personaggi, la stravaganza delle star, le scene. E su tutto, l’obiettivo della macchina fotografica, coprotagonista di uno spettacolo destinato a incantare nel tempo. “The Cinema show” è il tema della mostra allestita dalla Galleria Civica di Modena a Palazzo Santa Margherita e che raccoglie immagini in parte provenienti dal fondo Franco Fontana e in parte da nuove acquisizioni che andranno ad arricchire il patrimonio dell’ente museale. L’intento è quello di trasmettere l’atmosfera sospesa tra fantasia e quotidianità che solo la pellicola cinematografica è in grado di regalare. Il resto lo fanno gli attori, la loro mimica, i loro vezzi, i loro tratti più caratterizzanti. La bravura del fotografo sta proprio nel ritrarne l’aspetto più rappresentativo, facendo quasi del personaggio reale la caricatura di se stesso. In mostra sono esposte opere di fotografi che hanno dedicato la propria vita e carriera al cinema, come anche scatti occasionali di professionisti “di passaggio”.

Ugo Mulas, Totò, 1957.
Ugo Mulas, Totò, 1957.
Gina Lollobrigida, Eduardo De Filippo, 1970.
Gina Lollobrigida, Eduardo De Filippo, 1970.

Il percorso si articola lungo tutto il Novecento fino ai film italiani e internazionali degli ultimi anni rappresentati da Woody Allen, Nanni Moretti o Paolo Sorrentino. Si possono così ammirare fotografie di scena, ritratti di studio, foto “rubate” nella pause sul set, momenti di confronto fra regista e attori, o autentici scatti a sorpresa. Il cinema si svela in tutte le sue forme, dunque, restituendoci un’immagine fresca e divertente, sempre sospesa tra la realtà e l’imla mostra virgola maginazione. I dialoghi fra i divi, gli scherzi e i veri e propri momenti di relax non ci trasmettono solo un affresco più umano del personaggio da copertina, ma costituiscono essi stessi parte integrante della costruzione del fenomeno cinematografico. E come resistere di fronte ai volti di Robert De Niro, Dustin Hoffman, Marylin Monroe, Marlene Dietrich, Tony Curtis, Totò, Roberto Benigni, Carlo Verdone o al cospetto dei set di Fellini, Antonioni, Visconti, Bertolucci…

 

Fino al 7 giugno 2015 – Per informazioni galleriacivicadimodena.it

[ap_divider color=”#CCCCCC” style=”solid” thickness=”1px” width=”100%” mar_top=”20px” mar_bot=”20px”]

di Stefania Vitale

Argomenti

Seguici su

Ultime da Art & Culture

fondazione-prada-paraventi-feb-24

FONDAZIONE PRADA: PARAVENTI

FOLDING SCREENS FROM THE 17TH TO 21ST CENTURIES “Paraventi: Folding Screens from the 17th to 21st Centuries” è l’ampia esposizione a cura
uno-strabiliante-superzoo-feb-24

UNO STRABILIANTE SUPERZOO

A Palazzo Albergati di Bologna un Giardino delle Meraviglie con le opere di 23 artisti contemporanei. Amici animali. Fidati compagni di gioco,
i-macchiaioli-feb-24

I MACCHIAIOLI

L’esposizione presenta oltre 100 opere di Fattori, Lega, Signorini, Cabianca, Borrani e altri pittori che, nella Firenze del secondo Ottocento, diedero vita
lo-scaffale-dentrocasa

LO SCAFFALE DI FEBBRAIO

Ecco la nostra selezione da mettere nel tuo “scaffale”. FILIPPO CAPRIOGLIO. SETTE CASE SETTE STORIE a cura di: Alessia Delisi editore: Linea
Vai a