forme feng gennaio 2013
forme feng gennaio 2013

FORME E VISUALI

Il rapporto fra l’uomo e l’ambiente

Come più volte si è avuto modo di trattare in questa sede, secondo l’antica scienza del Feng Shui il rapporto che lega l’uomo all’ambiente è completamente indissolubile: l’ambiente, con le sue forme e le sue caratteristiche energetiche ci influenza e noi, con il nostro modo di essere e con le nostre scelte, influenziamo ciò che ci circonda. Questo principio è tanto più vero nel caso di luoghi in cui trascorriamo la maggior parte del nostro tempo: in queste circostanze le influenze su di noi, siano esse a favorevoli o meno, sono inevitabili e ancora più incisive. In questo numero ci soffermiamo a considerare, in particolare, la forma delle coperture di uno spazio abitativo e la relazione con i suoi occupanti. Se consideriamo la casa alla pari di un corpo umano in cui la facciata, le finestre e la porta di ingresso si avvicinano idealmente ad un viso con occhi e bocca, il tetto può essere associato ad un berretto con la visiera. In quest’ottica, se indossiamo un berretto con la visiera orizzontale, che lasci libera la vista di accorgersi di ciò che c’è davanti a noi e oltre, senza incontrare ostacoli, avvertiamo la stessa sensazione che avremmo se abitassimo in un ambiente coperto da un tetto piano, o poco spiovente, che ci porterebbe ad avere una visuale e una visione aperta, non solo fisicamente, ma anche idealmente verso il futuro. Al contrario, se indossiamo un berretto con la visiera abbassata, riusciamo a vedere soltanto verso il basso, precludendoci la possibilità di guardare davanti e di spaziare con lo sguardo verso ciò che è lontano rispetto a noi; allo stesso modo se abitassimo in una casa con un tetto molto spiovente, con la “visiera abbassata”, questo potrebbe portarci a non riuscire a vedere quello che c’è oltre noi, verso le possibilità che il futuro potrebbe offrirci, inducendoci in uno stato d’animo statico e introverso. Questi due esempi, se pur estremi, ci permettono di comprendere come le forme che ci circondano e che abitualmente vediamo e viviamo hanno un significato e una certa influenza sul nostro modo di percepire le cose a vari livelli della vita. Da un altro punto di vista si potrebbe anche dire che la scelta di uno spazio abitativo o lavorativo piuttosto che un altro dice qualcosa sul nostro modo di essere: ci dice che è stata proprio la nostra ottica di quel momento, sulle questioni della vita, e il nostro modo di essere, che ci hanno fatto – inconsciamente – vedere la sua concretizzazione in quel particolare aspetto spaziale, che poi è diventata la nostra abitazione.

arch. clara belleri

arch. Clara Belleri – Insegnante e consulente di Feng Shui
autorizzata dalla Imperial School of Feng Shui and Chinese Horoscopes
viale Europa 72/d Brescia

tel 340 2574219

architeso@yahoo.it

Ultime da Feng shui

LA “FENICE”

La visuale dalla facciata di casa viene rappresentata con questo animale leggendario. Più è libera e

FENG SHUI, TAOISMO E OROSCOPO CINESE

Raggiungere l’equilibrio quotidiano attraverso un millenario approccio interdisciplinare. Nella rubrica precedente abbiamo accennato all’Oroscopo Cinese, soffermandoci