COMMERCIALI FSHUI GIUGNO2015
COMMERCIALI FSHUI GIUGNO2015

IL FENG SHUI NEGLI SPAZI COMMERCIALI – SECONDA PARTE

Come comprendere l’origine delle problematiche e trovare il modo per risolverle (seconda parte).

L’insuccesso commerciale di qualsiasi attività può essere legato a condizioni energeticamente sfavorevoli dovute alla sua ubicazione. Gli stratagemmi da mettere in atto sono il più delle volte limitati, perché spesso la soluzione più corretta sarebbe quella di spostarsi altrove. Se il problema deriva da una insufficiente visibilità è possibile intervenire, anche con buoni risultati. Se, per esempio, lo spazio si trova in fondo a una via chiusa, in cui vi è carenza di flusso umano, è consigliabile attirare l’attenzione dei passanti, invogliandoli a fare qualche passo in più per verificare di che attività si tratta. Si può abbellire lo spazio con l’inserimento di luci che illuminino bene l’insegna, rigogliose piante in vaso che accompagnino il percorso e che invitino ad entrare, una tenda parasole che sporga dalla linea fronte-strada degli altri edifici o un ampio tappeto esterno dal colore acceso. È insomma utile che il negozio si “trucchi” per farsi notare, un po’ come una donna vanitosa, che ami essere ammirata! In altri casi il problema si verifica anche se l’ubicazione dell’attività ha tutte le carte in regola per garantire un buon successo. Si potrebbe trattare di quello che nel Feng Shui viene definito “Predecessor Chi”, ossia l’energia (Chi) che proviene dai precedenti occupanti. Se il negozio con il proprietario precedente non ha prosperato, è probabile che anche con il nuovo proprietario la storia si ripeta. Avviene all’incirca quello che succede quando si entra in una stanza in cui vi è stato un grande litigio: si può avvertire una sensazione negativa, di disagio e si desidera allontanarsi velocemente da quel luogo. In altre parole le vibrazioni armoniche o disarmoniche persistono all’interno dell’ambiente in cui si sono generate, né più né meno di un profumo o di un odore cattivo: più intensi sono, più a lungo rimarranno presenti, anche se ciò che li ha originati se ne è già andato. Nei casi come questi è opportuno eseguire una pulizia energetica degli ambienti, il cosiddetto “space clearing”. Esso consiste nell’utilizzo di tecniche con lo scopo di permettere all’energia fresca di fluire, neutralizzando quella stagnante, ricevuta in eredità dal proprietario precedente. Le tecniche possono essere facili da attuare, ma molto efficaci. Consistono, per esempio, nell’introduzione di elementi semplici ma potenti, come l’acqua nebulizzata, che diminuisce il livello dell’inquinamento elettromagnetico, il fuoco di candele accese, che purifica l’ambiente, oppure suoni e musica per elevarne il livello e la qualità globale.

arch. clara belleri

arch. Clara Belleri – Insegnante e consulente di Feng Shui
autorizzata dalla Imperial School of Feng Shui and Chinese Horoscopes
viale Europa 72/d Brescia

tel 340 2574219

architeso@yahoo.it

Ultime da Feng shui

LA “FENICE”

La visuale dalla facciata di casa viene rappresentata con questo animale leggendario. Più è libera e

FENG SHUI, TAOISMO E OROSCOPO CINESE

Raggiungere l’equilibrio quotidiano attraverso un millenario approccio interdisciplinare. Nella rubrica precedente abbiamo accennato all’Oroscopo Cinese, soffermandoci