orientale lo coco giugno 2013
orientale lo coco giugno 2013

L’AMBIENTAZIONE DEL TAPPETO ORIENTALE (prima parte)

08/01/2013

Bellezza e funzionalità rappresentano un binomio inscindibile (parte prima)

Se per articoli altamente standardizzati può valere la possibilità dell’acquisto on line, per i tappeti, prodotti “artigianali2 e sostanzialmente unici, è fortemente consigliato l’approccio “diretto”, con visione delle reali sfumature di colore, il tocco manuale delle morbide lane e, soprattutto, la prova di ambientazione nella propria casa. Grazie alla lucentezza delle lane con cui è annodato, i colori di un tappeto sortiscono particolari effetti. Quelli più decisi evocano un senso di calore, con un preciso richiamo alla luce del sole, quelli più smorzati e morbidi inducono alla freschezza, al rilassamento. Opportunamente ambientato il tappeto infonde calore ed armonia a dimore classiche o contemporanee. Se decorazione e tinte devono essenzialmente emozionarci, connotati stilistici e dimensioni rendono il tappeto partecipe ed in alcuni casi protagonista del contesto d’arredo. Per un cauto acquisto occorre mettere in campo le proprie tendenze stilistiche, il proprio gusto e la conoscenza dell’ambiente. Da parte del vostro consulente e venditore, invece, aspetti meno soggettivi, quali conoscenza tecnica del prodotto e di architettura d?interni. Un tappeto con decorazione di tipo floreale e curvilineo, grazie alla morbidezza delle proprie forme, infonderà armonia all’ambiente. Quello con decorazione spiccatamente geometrica esalterà maggiormente la peculiarità del manufatto. In spazi caratterizzati da simmetria e proporzione troverebbe ottima collocazione un tappeto con impianto a doppio asse caratterizzato, perchè no, da un medaglione centrale e relativi cantonali. Assai più libero e meno vincolante il posizionamento di tappeti privi di medaglione centrale, detti a campo libero.In salotto e spazio living il tappeto scelto dovràcoinvolgere fisicamente gli elementi d’arredo dominanti: divani, poltrone e pouf devono sormontare il manufatto di almeno 15/20 cm. In altri casi, quando la dimensione del tappeto lo consente e la sua decorazione è caratterizzata da un particolare motivo decorativo, possono sormontarlo completamente. In passato, i grandi maestri dell’architettura e del design, cimentandosi nell?ambientazione dei tappeti, evidenziarono l?importanza delle grandi dimensioni, capaci di “ricucire” ogni elemento d’arredo, esaltando l’intero ambiente living.

Argomenti

Seguici su

Ultime da Tappeti orientali

Tappeti-orientali-Laboratorio-Jim-Lo-Coco

I TAPPETI DI LABORATORIO

Nell’immagine: splendido tappeto di antica manifattura iraniana realizzato in un laboratorio di Kerman. Osservarne la decorazione significa recuperare preziose informazioni circa origine
Tappeti-di-villaggio-Jim-Lo-Coco

I TAPPETI DI VILLAGGIO

Nell’immagine: Autentico Prepedil (perepedil) Caucaso – distretto di Kuba – metà XIX° secolo. Una autentica fusione di influssi stilistici, tra tradizione popolare
nomadi dentrocasa agosto 2016

I TAPPETI NOMADI

I primi manufatti annodati videro la luce in seno ad ambito famigliare e nomade. Il tappeto nomade cela, tra le sue bizzarrie
Vai a