pranzo lococo marzo 2013
pranzo lococo marzo 2013

LA SALA DA PRANZO

Uno spazio “speciale” per l’ambientazione del tappeto

Le dimensioni del tappeto ipotizzate in fase progettuale sottolineavano la proporzione dell’ambiente dedicato alla sala da pranzo; garantivano inoltre una completa apertura delle sedie da parte dei commensali. Ad un arredo contemporaneo dal design deciso è stato contrapposto un antico  tappeto Pechino dalla particolare tonalità del fondo e dalla decorazione minimalista.

L’indagine sulle modalità di ambientazione del tappeto prosegue con lo studio della sala da pranzo. Sicuramente tra gli ambienti più utilizzati nell’ambito domestico occidentale, essa rappresenta una sorta di perno su cui ruotano numerose delle attività famigliari. Il tappeto diviene l’elemento d’arredo che può sottolineare in maniera più o meno incisiva l’ambiente perché dovrà garantire il completo posizionamento delle sedie sulla superficie annodata. L’adeguata dimensione del tappeto sottolineerà inoltre il volume della stanza dilatandone visivamente le dimensioni. Non dimenticatevi di considerare anche l’eventuale allungamento del tavolo. Proporzione quindi, ma attenzione al gusto del manufatto. La tinta sarà il punto di partenza della vostra scelta, da relazionare a quella del pavimento e secondariamente a tavolo e sedie. Un tappeto dai colori neutri garantirà un’ottima resa se ambientato con pavimenti e mobili in legno; viceversa, per pavimenti chiari, tavoli in cristallo e sedie dalla tinta soft, un tappeto dai colori decisi creerà un piacevole stacco cromatico. In ambienti contraddistinti da simmetria, un tappeto dal medaglione centrale creerà maggior rigore ed ordine visivo; in spazi meno regolari ed asimmetrici, un disegno a campo libero renderà il posizionamento più facile. Terzo e non ultimo aspetto da considerare, la tipologia del tappeto che, a seconda dell’utilizzo dell’ambiente, dovrà essere resistente e di facile manutenzione. A tale riguardo sarà di enorme importanza la competenza del vostro venditore di fiducia che potrà consigliarvi il prodotto più idoneo, in lana e cotone, a bassa rasatura del vello, etc. Completata la scelta non vi resterà quindi che accomodarvi. Buon pranzo.

arch. Jim Lo Coco

arch. Jim Lo Coco

Consulente Tecnico del Tribunale di Brescia nel settore tessile è docente di storia e tecnica del tappeto orientale presso la SCUOLA REGIONALE PER IL RESTAURO Enaip. È titolare della storica azienda di famiglia.

 

Ultime da Tappeti orientali

I TAPPETI DI LABORATORIO

Nell’immagine: splendido tappeto di antica manifattura iraniana realizzato in un laboratorio di Kerman. Osservarne la decorazione

I TAPPETI DI VILLAGGIO

Nell’immagine: Autentico Prepedil (perepedil) Caucaso – distretto di Kuba – metà XIX° secolo. Una autentica fusione

I TAPPETI NOMADI

I primi manufatti annodati videro la luce in seno ad ambito famigliare e nomade. Il tappeto