Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > VILLE GALLEGGIANTI > BENETTI SPECTRE, LICENZA DI NAVIGARE

BENETTI SPECTRE, LICENZA DI NAVIGARE

 

La realizzazione di questa imbarcazione ha richiesto ben oltre 750.000 ore di lavoro, è il risultato armonico e spettacolare di una sfida ricca di fascino.

Benetti ha consegnato M/Y SPECTRE a John e Jeanette Staluppi, armatori esperti innamorati della filmografia di James Bond, dell’adrenalina delle auto sportive degli anni ’50 e ’60 e del Made in Italy.

Il desiderio degli Staluppi è quello di rivivere le stesse emozioni del mondo automobilistico su una barca di grandi dimensioni. Per Giorgio M. Cassetta, autore degli esterni, la sfida principale è stata, quindi, quella di realizzare uno yacht estremamente dinamico, ma al tempo stesso voluminoso.

Un’imbarcazione d’impostazione classica, dalla prua lunga e inclinata, con volumi di sovrastruttura estesi e filanti che scivolano verso poppa dolcemente. L’aspetto decisamente sportivo è stato raggiunto grazie al dinamismo dei volumi e delle proporzioni, che fanno di SPECTRE uno yacht dalle prestazioni paragonabili a quelle di un modello completamente realizzato in alluminio.

Determinante in questo senso è stato il contributo dello studio olandese Mulder Design, a cui si deve la progettazione strutturale dello scafo e del sistema di propulsione Attraverso sapienti accorgimenti, i pesi totali sono stati contenuti e le performance di quello che lo stesso Frank Mulder, fondatore dell’omonimo studio, ha battezzato come “High Speed Cruising Hull”, sono incredibili.

La velocità massima è di 21,2 nodi, superiore del 30% rispetto a una carena dislocante tradizionale e l’autonomia è pari a 6.500 miglia nautiche alla considerevole velocità di 12 nodi. Il Main Deck è caratterizzato da un pozzetto esterno molto grande, un salone con zona d’ingresso che ospita ben quattro cantinette per i vini pregiati, un’area soggiorno e un’ampia zona dining, dove molto spazio è dedicato allo storage.

L’Upper Deck è dedicato alla convivialità: a poppa, uno spazio esterno di circa 110 metri quadrati è arredato con un tavolo da pranzo di quasi 4 metri, mobili buffet e una zona conversazione con due aree simmetriche. L’interno è composto da un salone panoramico di 90 metri quadrati, con ampia zona lounge a L dotata di un tavolo destinato ai pranzi informali e di una zona bar. Proseguendo, si incontrano la lobby degli ospiti e la suite degli armatori, che comprende uno studio privato e la cabina vera e propria, con due bagni separati e due guardaroba.

Il Bridge Deck è l’ambiente relax per eccellenza, attrezzato con piscina custom e due aree prendisole, bar centrale, zona lounge modulare (la configurazione può essere modificata a seconda delle esigenze) e, infine, un’area dining più informale servita da due grandi mobili buffet, con grill e forno per la pizza. M/Y SPECTRE è, dunque, uno yacht che non passa inosservato per i suoi originali contenuti, frutto dell’impegno del personale Benetti e dei tanti fornitori che, con un lavoro di squadra per circa 750.000 ore, hanno fatto di questa barca un nuovo simbolo del Made in Italy nel mondo.

benettiyachts.it

 

 

Benetti SPECTRE: licence to sail

The yacht, which took 750,000 working hours to build, is a spectacular achievement for the shipyard and the result of various daring challenges

Benetti has delivered M/Y Spectre to John and Jeanette Staluppi, experienced owners who adore James Bond filmography, 50’s and 60’s adrenaline-filled sports cars, and the “Made in Italy” ethos.

Staluppi’s wish is to feel the same emotions on board the new mega yacht as they did in motorcars on the racetrack. The main challenge for Giorgio M. Cassetta — who designed the exterior lines — was to create an extremely dynamic yacht with huge volumes.

The result is a very traditional vessel with a long and sharp bow and extended superstructure volumes that slide towards stern. The strongly sporty appearance was achieved by volume and proportion fluidity; all of which contributed to making Spectre a yacht equal in performance to an aluminium yacht.

The contribution and support of the Dutch firm Mulder Design — which was responsible for the structural design, the hull and the propulsion system — was hugely important in this achievement.

Due to many clever measures, the weight of the yacht has been reduced considerably. The maximum speed is 21.2 knots, 30% higher than a traditional displacement hull and the range is approximately 6,500 nautical miles at a considerable speed of 12 knots. The main deck is characterized by a large external cockpit, a lounge with an entrance area with four wine cellars for high-end bottles, a living area and a large dining area, where — again — much space is dedicated to storage.

The upper deck is dedicated to conviviality and relaxation: an external stern space of about 110 square metres is furnished with a 4-metre long dining table, a buffet and a social area divided into two symmetrical spaces.

Inside, there is a 90-square metre panoramic salon with a large L-shaped lounge area, a table for informal lunches and a bar. The bridge deck is entirely committed to relaxation, equipped with a custom swimming pool, two sun pads, a bar and a central lounge area with modular design — its configuration can be changed according to needs —.

Therefore, M/Y Spectre is a yacht that does not go unnoticed for its original concept, and as the result of the efforts of Benetti’s staff and all many suppliers who all worked together for approximately 750,000 hours, she will become a new symbol of “Made in Italy” in the world

Articoli Simili