Lampadario in alluminio e ottone di Ettore Sottsass per Arredoluce
aste dicembre2015

DICEMBRE: IL DESIGN È AGGIUDICATO

Lampadario in alluminio e ottone di Ettore Sottsass per Arredoluce
Lampadario in alluminio e ottone di Ettore Sottsass per Arredoluce
Poltrona 807 Distex di Gio Ponti
Poltrona 807 Distex di Gio Ponti

Molte e prestigiose le aste in programma a ridosso del Natale. Per un regalo all’insegna della classe.

Dire dicembre è già come dire Natale. Il tepore di un camino acceso adornato di decorazioni, una tavola apparecchiata, lo stupore dei bambini e il calore dei familiari. E se i pacchi sotto l’albero sono prestigiosi pezzi di design, tanto meglio. Ed eccoci accontentati…
Non si può certo dire infatti che le case d’asta italiane e straniere non si siano date da fare per regalare agli appassionati un calendario ricco di occasioni. Di design, ça va sans dire. Christie’s, Sotheby’s, Piasa, Artcurial, Bonhams, Phillips, Wannenes, Il Ponte, Poggio Bracciolini e Cambi: l’agenda è piena e non resta che sfogliare i cataloghi e scegliere per quali lotti alzare la propria paletta e avanzare un’offerta. Tra gli appuntamenti più attesi in Italia, c’è indubbiamente l’asta da Cambi, in programma il 22 dicembre a Genova. Guidato da Piermaria Scagliola, il dipartimento di design della maison ligure, dopo i successi del primo semestre 2015 che gli hanno conferito il primato, si appresta a replicare con una vendita articolata in due sessioni: una pomeridiana e una serale pensata per facilitare gli acquisti dei clienti americani. Nel catalogo di Cambi brilla un importante lampadario di Max Ingrand realizzato intorno al 1960 per Fontana Arte. Sotto il riflettore in metallo laccato bianco, una fascia circolare in bronzo, adornata sopra e sotto da cristalli scalpellati. Stima: 8-10 mila euro. Si continua con un raro e bellissimo lampadario da sospensione in alluminio laccato e ottone di Ettore Sottsass per Arredoluce. Datato 1957 circa, gli esperti prevedono un’aggiudicazione tra i 25 e i 30 mila euro. E per finire, tra gli highlights, un immancabile Gio Ponti. Cambi offrirà agli appassionati del primo designer della storia italiana, l’iconica Poltrona “807 Distex” realizzata nel 1953 per Cassina con braccioli e struttura in legno e un rivestimento in tessuto sullo schienale e sulla seduta, caratterizzato da motivo a righe di diverso spessore e colori tenui. Messa in produzione durante i favolosi anni Cinquanta, la Distex verrà offerta da Cambi ad una stima che oscilla tra i 10 e i 12 mila euro. L’offerta è dunque ampia e variegata e questo dicembre ha tutte le carte in regola per regalare un Natale all’insegna dell’arte e del design di alta qualità.

Greta Beretta

di Greta Beretta
greta.beretta@virgilio.it

Ultime da Design all'asta

INSEGUENDO MARC NEWSON

Accolto dalle maggiori case d’asta, la sua firma è oggi sinonimo di qualità. nell’immagine: Lot 13

LE CERAMICHE CINESI

Gli esperti di Christie’s spiegano il decalogo dedicato alla produzione orientale Da sinistra: meravigliosa coppia di