design parla italiano dentrocasa ottobre 2016
design parla italiano dentrocasa ottobre 2016

IL DESIGN PARLA ITALIANO

Riflettori puntati su Londra per aste che valorizzano anche capolavori di casa nostra.

Immagine: Carlo De Carli © Christie’s

Dalla Brexit alle aste di fine semestre, che – con sorpresa – hanno planato sulle turbolenze economiche del vecchio continente portando a casa buoni risultati; dalle dimissioni dei leader all’elezione a Primo Ministro di Theresa May: il mondo negli ultimi mesi non ha smesso un istante di parlare della Gran Bretagna. E più che mai in quest’ottobre i riflettori sono puntati su Londra. Frieze Art Fair – la fiera d’arte moderna e contemporanea di punta per tutto il Regno Unito (6-9 ottobre, Londra) – le aste di arte moderna e contemporanea, le seguitissime Italian Sales durante le quali ogni anno da Christie’s e Sotheby’s vanno all’incanto capolavori d’arte italiana, e non da ultimo l’appuntamento col design: una sfilza di cartine tornasole per confermare o meno l’immunità del mercato dell’arte all’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea. In casa Christie’s, oltre all’arte, anche il design parla italiano, confermando l’interesse internazionale per la produzione del Belpaese. All’interno della vendita di design, in calendario il prossimo 26 ottobre, la maison di Pinault propone infatti una sezione interamente dedicata al design italiano, con un focus su una collezione privata firmata dal designer Carlo De Carli. Datato 1948, l’ensemble di arredi vanta oggi un perfetto stato di conservazione e comprende poltrone, sedie e tavoli. Classe 1910, l’architetto e designer Carlo de Carli è stato allievo di Gio Ponti e, come il suo mentore, ha contribuito ad affermare l’Italian Style nel mondo del design, accompagnando alla progettazione un’intensa riflessione teorica. Il pensiero e l’opera di un artista per De Carli sono unitari – spiegava Gio Ponti presentando il suo discepolo, un uomo sensibile, tormentato e capace. Come le sue opere architettoniche, anche i suoi lavori di design sono caratterizzati da schemi volumetrici spezzati, frammentati o spostati. Le forme geometriche si distruggono, escono dalla linearità creando effetti sorprendenti e disegnando una costante relazione tra natura esistente e architettura. Al ricco calendario londinese, si aggiungono gli appuntamenti parigini. Tra essi, in concomitanza con la FIAC Fiera Internazionale d’Arte Contemporanea (20-23 ottobre, Parigi), Artcurial il 25 ottobre propone per il terzo anno consecutivo un’asta dedicata alle più originali creazioni del XX° secolo. Venti i pezzi in catalogo accomunati da un unico materiale, il metallo. Heavy Metal è infatti il titolo della vendita parigina durante la quale andranno all’incanto pezzi di Pierre Chareau, Marc Newson, Jean Prouvé, Ron Arad e altri ancora.

Greta Beretta

di Greta Beretta
greta.beretta@virgilio.it

Salva

Salva

Salva

Salva

Ultime da Design all'asta

INSEGUENDO MARC NEWSON

Accolto dalle maggiori case d’asta, la sua firma è oggi sinonimo di qualità. nell’immagine: Lot 13

LE CERAMICHE CINESI

Gli esperti di Christie’s spiegano il decalogo dedicato alla produzione orientale Da sinistra: meravigliosa coppia di