luce asta dicembre 2016 dentrocasa
luce asta dicembre 2016 dentrocasa

DICEMBRE NEL SEGNO DELLA LUCE

Molti i complementi e gli arredi di design all’asta questo mese. Tra i top lot un lampadario a nove braccia di Angelo Lelli.

Nell’immagine: Angelo Lelli – Lampadario a nove braccia, 1950 prodotto da Arredoluce, Italia

Dicembre ed è subito luce. Le città si accendono con le luminarie natalizie e le case d’asta non sono da meno con le loro vendite di design. In primis Cambi, che nel suo catalogo dell’asta Fine Design, in calendario il 13 dicembre al Castello Mackenzie a Genova, propone tra i top lot un lampadario a nove braccia di Angelo Lelli. Realizzato nel 1950, si tratta di uno dei prodotti griffati Arredoluce, la storica piccola azienda fondata dallo stesso Lelli a Monza nel dopoguerra e rimasta attiva fino alla fine degli anni ’70, affermandosi sul panorama nazionale. Nuovi criteri per moderni sistemi di illuminazione – così nei quaderni di Domus del 1946 Luigi Claudio Olivieri descriveva la nuova azienda, costruita sul dialogo tra la cultura artigianale del saper fare e l’apertura ad apprendere tecniche nuove e a procedere per tentativi. È sulla base di questo principio che il nome e l’azienda di Angelo Lelli hanno raggiunto il successo, attirando a sé le più grandi firme della storia del design. Tra gli altri hanno infatti lavorato per Arredoluce Ettore Sottsass, Gio Ponti, Nanda Vigo. E se il primo, Sottsass, negli anni ’50 cercò di slegare il design dal concetto di funzionalità, alla Vigo si deve alla fine degli anni ’60 l’inizio di una nuova fase per l’azienda, improntata sulla ricerca delle superfici specchianti e sulle fluorescenze. La lampada a sospensione firmata Angelo Lelli in catalogo da Cambi incarna quindi gli ideali di una piccola azienda che per trent’anni ha saputo cavalcare l’onda, contribuendo alla crescita del design italiano grazie a innovazione e creatività. Gli appuntamenti di dicembre per gli appassionati di modernariato e design sono molteplici: dopo Cambi, la francese Piasa il 15 dicembre propone Design Selected II, mentre da Christie’s i bidders sono attesi il 12 dicembre al Rockfeller Center di New York. Sempre nella Grande Mela,Phillips apre le sue porte il 13 e il 14 per le aste Design Masters e Design, mentre da Sotheby’s e da Bonhams le palette si alzano il 14 rispettivamente per le aste di Design e di Oggetti decorativi del XX secolo. A Genova da Wannenes il design va in scena il 14 e il 15 dicembre, mentre chiude il calendario Capitolium che a Brescia il 22 dicembre disperderà importanti pezzi di design. Numerose dunque le occasioni per mettere sotto l’albero un bell’arredo di design.

Greta Beretta

di Greta Beretta
greta.beretta@virgilio.it

Salva

Ultime da Design all'asta

INSEGUENDO MARC NEWSON

Accolto dalle maggiori case d’asta, la sua firma è oggi sinonimo di qualità. nell’immagine: Lot 13

LE CERAMICHE CINESI

Gli esperti di Christie’s spiegano il decalogo dedicato alla produzione orientale Da sinistra: meravigliosa coppia di