Tu sei qui
Home > NEWS > FACCIAMO UNA LAMPADA?

FACCIAMO UNA LAMPADA?

lampada febbraio 19

Le originali creazioni degli studenti del CFP di Lumezzane scaturite dal riutilizzo di materiale di scarto.

Unire un pizzico di fantasia alle conoscenze in ambito elettrico-illuminotecnico.

Il risultato: lampade originalissime, da ambientare a piacimento in ambienti casa, negozi o luoghi di lavoro. Succede al CFP di Lumezzane Bs, oggi denominato “Agenzia Formativa don Angelo Tedoldi” che organizza percorsi di qualifica professionale e di diploma tecnico professionale attraverso i progetti finanziati da Regione Lombardia.

Da qui l’idea di arricchire la formazione del classico operatore elettrico attraverso un progetto didattico che ne valorizzi anche la creatività. Grazie all’attività del docente di laboratorio Cristian Bonera i ragazzi hanno così dato vita alle proprie lampade utilizzando materiali di scarto con effetti anche sorprendenti.

Le competenze raggiunte in ambito scolastico hanno permesso di applicare diverse fonti luminose, come LED, lampade alogene e lampade con filamenti in carbonio. Il tutto completato da oggetti di recupero trovati nei magazzini del Castello di Padernello a Borgo San Giacomo Bs, tra materiali di scena di qualche spettacolo, ceppi in legno, antiche damigiane o oggetti abbandonati, come lo scarpone di qualche operaio. Oggi, previo appuntamento presso il CFP, si possono ammirare opere realizzate con semplicità, ma anche estro, mettendosi in gioco nel segno dell’innovazione e del design.

“In questi anni – afferma la direttrice Maria Michela Bugatti – il nostro CFP è cresciuto in qualità dell’offerta formativa e in risposta alle necessità avanzate dal tessuto imprenditoriale dell’intero territorio provinciale”.

“I discenti di questa scuola, grazie al lavoro profuso anche dai formatori, si presentano oggi con una marcia in più!” rimarca Flavio Bonardi, responsabile dei Processi Aziendali. Il CFP ha supportato in toto questo progetto, coinvolgendo non solo i discenti ma anche tutti gli altri docenti e collaboratori, puntando così ad un risultato apprezzabile su più larga scala.

Da qui, nel suo piccolo, anche la voglia di continuare sulla strada intrapresa e migliorarsi con gli anni. Si stanno già predisponendo infatti lampade hi-tech con la possibilità di ricaricare i cellulari, che prossimamente verranno presentate anche alle famiglie e alle aziende del territorio.

 

agenziatedoldi.eu

Articoli Simili