Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > GLAMOUR STYLE MOOD

GLAMOUR STYLE MOOD

Nella centralissima Verona, cuore borghese della città che si affaccia sull’Adige, scopriamo un progetto rigoroso fatto di luce e geometrie.

progetto di interni arch. philippos photiadis • interior designer e testo marta paganotto • ph michela melotti

 

Siamo al piano attico di un edificio della metà degli anni ’50, completamente reinterpretato dallo studio di architettura di Philippos Photiadis di Atene e ristrutturato per dare spazio anche ad una importante collezione di arte.

Un progetto in cui si fonde minimalismo di respiro borghese, classicità reinterpretata, ed una strategia legata alla sartorialità artigiana di fornitori locali che hanno realizzano custom made, su disegno personalizzato dell’architetto, gli elementi caratterizzanti il progetto; il filo conduttore è la boiserie moderna dalle cornici che delimitano gli spazi per l‘inserimento di opere d’autore e scrigni a scomparsa.

La moodboard ed il progetto illuminotecnico sono poi stati affidati a Moodesignacademy che firma la ricerca dei prodotti di arredo e della palette di colori dai toni polverosi ma accesi da bagliori di metallo dorato.

È cominciato tutto dalla scelta del divano in capitonné che domina l’ambiente ed impone poi la collocazione di pochi altri oggetti selezionati, riconoscibili e dal riferimento colto. Il tappeto in tonalità rosa cipria delimita uno spazio in cui si esprimono tavolini dal mood rétro in vetro fumé.

Un secondo divano, morbido come un abbraccio, è stato invece pensato per un angolo più privato, dedicato al relax e alla lettura. Tende abbondanti per filtrare la luce, forme e tessuti avvolgenti per gli imbottiti, vibrazioni di marmo per la scelta del tavolo fanno da cornice ad uno scenario che rispetta la memoria del luogo, reso ancor più raffinato dal pavimento in legno a doghe posato a spina di pesce.

Il tocco finale delle scelte decorative, ispirate ad una linea decò, è invece da attribuire alla sofisticata eleganza della padrona di casa che abbraccia, nella camera padronale, anche toni decorativi dai pattern geometrici. Architettura, interior design ed arte, una relazione dinamica che apre un dialogo dalle proporzioni perfette e dall’inconfondibile segno di stile.

 

chi:

MODO +
Fornitura arredi • via Fontego 10 San Pietro In Cariano Vr – www.modopiu.it

Pedrini Arredamenti srl
Arredi personalizzati per interni ed esterni • via Molino Scarselli, 31 Castel San Pietro Terme Bo – www.pedriniarredamenti.it

EERA srl
Rivestimento bagno • via Gesso 20 Sega di Cavaion Vr – www.eera.it

GLAMOUR STYLE MOOD

In the central Verona — in the bourgeois heart of the city that overlooks the Adige river —, we discover a rigorous project made of light and geometries.

Interior design by architect Philippos Photiadis • Interior design and Text by Marta Paganotto • Photography by Michela Melotti

We are on the attic floor of a mid-1950s building that has been completely reinterpreted by Philippos Photiadis’ architectural firm in Athens and renovated to make way for an important art collection.

A project where bourgeois minimalism, reinterpreted classicism and strategy are tied to the tailor-made craftsmanship of local suppliers that carried out all custommade and customized main elements of the project.

The leitmotif is the modern wainscoting with frameworks that defines spaces to integrate retractable treasure chests and signature works. The mood board and the lighting design have been later entrusted to Moodesignacademy, responsible for the search of furniture items and the colour palette with dusty tones, brightened up by golden metal glares.

It all started with the choice of a quilted sofa that dominates the space and has later forced the position of a few other selected items, recognizable and with cultured references. The powder pink rug defines a space where vintage small tables in tinted glass express themselves. A second sofa — as soft as a hug — has been designed for a more private corner, dedicated to relaxation and reading.

Bountiful curtains to filter light, enveloping fabrics and shapes for padded elements and marble vibes for the choice of the table frame a scene that respects the memory of the place, which is even more sophisticated thanks to the slatted floor with a herringbone pattern.

The finishing touch of these decorating choices — inspired by a Deco line — can be attributed instead to the sophisticated elegance of the landlady who has embraced geometric patterns too in the master bedroom. Architecture, interior design and art: a dynamic relationship that opens a dialogue with perfect proportions, distinguished by an unmistakable stylish mark.

 

 

Articoli Simili