Tu sei qui
Home > ARTE & CULTURA > La mostra > HAPPY BIRTHDAY TOPOLINO!

HAPPY BIRTHDAY TOPOLINO!

HAPPY BIRTHDAY TOPOLINO!

A Desenzano del Garda, la mostra “Mickey 90 – L’Arte di un sogno” celebra il compleanno del personaggio di fantasia più famoso del mondo.

 

Allegro, gentile, intraprendente, geniale. Mickey Mouse, per gli italiani semplicemente Topolino, taglia il traguardo dei 90 anni e il mondo fa a gara a rendergli omaggio.

Il personaggio di fantasia più famoso di sempre conserva intatto il suo appeal e la sua personalità incantando e divertendo intere generazioni di piccoli e adulti. Molte le aziende che, in occasione di questo novantesimo, hanno utilizzato la sua immagine-icona per creare prodotti ad hoc o rare riedizioni, dall’abbigliamento, agli utensili per la casa, fino agli accessori più svariati.

Ma in tema di celebrazioni ufficiali, la Walt Disney Company ha organizzato, nella suggestiva cornice del Castello medievale di Desenzano del Garda, la mostra-evento dal tema “Mickey 90 – L’Arte di un sogno”, curata dall’esperto e storico Disney Federico Fiecconi e allestita da GraFFiti Creative.

Attraverso uno spettacolare percorso, articolato sui due piani del castello e nel quale la fantasia si mixa a dovere con la ricostruzione storica, il visitatore può godersi disegni originali dei maestri del fumetto e del cinema d’animazione, ma anche rare pubblicazioni, video, gadget, poster, giocattoli d’epoca, statuette, figurine e francobolli, alcuni esposti per la prima volta nel nostro Paese.

In più opere ironiche attraverso le quali gli artisti dell’Accademia Disney hanno dipinto Topolino e compagni alla maniera di Klimt, Botticelli e Van Eyck.

Nel complesso oltre 300 pezzi, suddivisi in 7 sale, provenienti da raccolte e collezioni private di tutto il mondo, a testimonianza del genio creativo di Disney (di cui è presente in mostra un disegno autografo) e del suo socio, l’animatore Ub Iwerks.

Il debutto di Mickey Mouse è datato 18 novembre 1928, quando Walt Disney presentò per la prima volta al pubblico del Colony Theater di New York il cortometraggio animato della durata di 7 minuti, dal titolo “Steamboat Willie”, uno dei primi cartoon della storia con sonoro sincronizzato. Topolino fischiettante “doppiato” dallo stesso Disney fu un successo immediato di critica e pubblico e per il suo autore, che non versava in buone condizioni economiche, segnò l’inizio di una fortuna a livello mondiale.

Disney (al quale poco tempo prima avevano sottratto con l’inganno i diritti del suo precedente personaggio, Oswald the Lucky Rabbit) investì molto sulla sua nuova creatura, nata ispirandosi ad un roditore che si aggirava realmente nel suo studio. Topolino gettò così le basi per una carriera artistica senza confini, tra il cinema e il fumetto, fino a toccare ogni genere di merchandising.

L’Italia vanta il curioso merito di aver creato la prima testata al mondo dedicata proprio al celebre Topo e, tra l’altro, il n.1 del rarissimo Giornale di Topolino, edito da Nerbini nel 1932, è tra i pezzi principali della rassegna desenzanese. Accanto ad esso, anche le prime pubblicazioni di Mondadori, che dall’originario formato giornale arrivano al successivo formato albetto. La fama di Topolino è frutto anche dell’incredibile matita dei più grandi disegnatori, contemporanei e non, capaci di adattare l’immagine del personaggio alle trasformazioni del tempo: dai tanti cambi di look all’immersione ad esempio nell’era tecnologica.

Un Topolino abile trasformista, quindi, non a caso interprete anche di grandi classici come Fantasia o altre storie Disney, ma un Topolino che trae forza soprattutto dai suoi punti fermi: l’amore per la dolce Minnie, l’affetto per i nipotini Tip e Tap, l’amico Pippo e il cane Pluto…

L’avventura di Topolino continua, dunque, e se avete modo di volare fino a New York, vi attende un’altra grande mostra allestita in suo onore: “Mickey: The True Original Exhibition”. Per “intenditori” di tutte le età.

fino al 10 febbraio 2019
graffiticreative.eu/mostramickey90

di Stefania Vitale

Articoli Simili