Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > IN & OUT

IN & OUT

in & out dentrocasa agosto 2018

 

Architettura contemporanea sulle rive del Lago di Garda: resina color tortora, lamiera nera e pietre locali sono i materiali scelti per scolpire lo spazio.

testo marta paganotto • ph alessandra dosselli

 

Punto di incontro tra l’espressività organica di Wright e la visione contemporanea del vivere lo spazio senza vincoli, questa casa, sulle colline del Lago di Garda, si racconta con nuovi colori, nuovi materiali, nuovi arredi e divisioni interne. Uno spazio a doppia altezza dominato dalla luce. Non poteva essere altrimenti. Anche perché non c’è progetto pensato dall’arch. Michele Giacopuzzi che non sia basato sulla ricerca della luce.

Una riflessione che si esprime in tagli architettonici nel tentativo di comprenderne le potenzialità attraverso vetrate e lucernari. L’architetto ed il cliente condividono quindi fin da subito l’amore per questa casa in origine banale e convenzionale e si immettono in un programma di ricerca e ricostruzione durato solo qualche mese. Facendosi guidare dalla propria sensibilità, la committente reinterpreta la casa con equilibrio e discrezione: richiede un patio più spazioso, un maggior numero di camere da letto, una cucina aperta allo spazio esterno.

“Avevo voglia di esprimere una casa di carattere ma sobria, un rifugio al di fuori della vita di città dove accogliere gli amici e trascorrere il periodo estivo. Durante il giorno le finestre scorrevoli sono sempre aperte, quindi non c’è distinzione tra interno ed esterno e viviamo la casa in completa armonia con il giardino che ci circonda, la piscina e la vista del lago che ci rigenera gli occhi”.

Questa interpretazione di una tradizionale casa duplex è il risultato di una ristrutturazione che ha portato alla realizzazione di un progetto decisamente innovativo, per l’uso dei materiali di ricerca e la possibilità di arredare gli ambienti con pezzi che variano dai dettagli anni ’50 mixati a quelli di derivazione Bauhaus fino ad oggetti contemporanei. In questa atmosfera ovattata il cliente ha selezionato l’arredamento ed i suoi toni. I sottili giochi di sfumature di colore tra tortora e nero e le cromie calde che virano dai marroni ai grigi antracite sottolineano la ricerca per l’essenzialità ma espressa con carattere.

 

IN & OUT

A contemporary architecture on the shores of Lake Garda: dove grey resin, black metal sheets and local stones are the materials that have been chosen to sculpt the space.

Text written by Marta Paganotto Photography by Alessandra Dosselli

 

The rendezvous point between Wright’s organic expressiveness and the contemporary concept of living the space without constraints is this house, on the hills of Lake Garda, sharing its new colours, new materials, new furniture and internal partitions. A double-height space dominated by light. It couldn’t be otherwise since there are no projects designed by architect Michele Giacopuzzi that aren’t based on the pursuit of light.

A consideration expressed by means of architectural cuts in an effort to understand the potential of the house by glass windows and skylights. Therefore, since the beginning, the architect and the customer have shared their love for this house – that was initially ordinary and mainstream – and started a research and reconstruction programme that lasted only a few months. Being driven by her sensitivity, the owner reinterpreted her house with balance and discretion: she asked for a more spacious patio, a greater number of bedrooms, a kitchen open to the outdoor space.

“I felt like I wanted to express a simple house but with attitude, a shelter far from life in the big city where I can welcome friends and spend the summer period. Throughout the day, sliding windows are always open so there is no distinction between indoor and outdoor spaces and we live the house in a complete harmony with the garden that surrounds us, the swimming- pool and the view of the lake that refreshes our eyes.” This interpretation of a traditional duplex house is the result of a renovation that led to the creation of a decisively innovative project, for its use of researched materials and the chance to refurbish the spaces with pieces that stretch from ‘50s details to Bauhaus-derived ones, until contemporary objects. Inside this cocoon-like atmosphere, the customer chose furniture and tones.

The clever game of nuances among dove grey, black and warm colours – from browns to charcoal grey – underlines the pursuit of essentiality, expressed throughout the house personality.

Articoli Simili