Tu sei qui
Home > CASA & CO. > Eco-case > LA SCELTA DEI VETRI E DEGLI ELEMENTI OMBREGGIANTI

LA SCELTA DEI VETRI E DEGLI ELEMENTI OMBREGGIANTI

vetri eco case dicembre 2018

Fattori fondamentali per garantire il buon comportamento termico dell’edificio nel periodo estivo.

La limitazione della radiazione solare estiva è un fattore determinante per un buon comportamento termico estivo dell’edificio. La progettazione dell’ombreggiamento delle parti trasparenti dell’involucro e la scelta del vetro diventano quindi passaggi fondamentali per garantire sia un risultato estetico adeguato, sia un elevato comfort termico nel periodo estivo.

Le parti trasparenti devono essere tutte ombreggiate per evitare il surriscaldamento, ad eccezione di quelle esposte a nord, dato che non vengono colpite dai raggi solari. Gli elementi ombreggianti devono essere sempre esterni ed in generale consentire una visione verso l’esterno.

La scelta del colore delle schermature è altrettanto importante perché la luce che viene riflessa all’interno della casa deve garantire una buona visione e, per farlo, deve possedere la più ampia gamma di lunghezza d’onda. Quindi, per ottimizzare la gestione della luce ed evitare l’irraggiamento, sarà necessario dotare i serramenti dell’edificio di un elemento ombreggiante esterno, mobile o fisso, e di una o più tende interne, una semitrasparente ed una completamente oscurante.

Gli elementi ombreggianti che meglio assolvono alle funzioni richieste sono i frangisole orientabili. È possibile installarli a bordo del serramento o fissarli alla muratura. Le soluzioni sopra descritte consentono una migliore gestione della luce rispetto alle ante ad oscuro o alle tapparelle che ombreggiano le parti in vetro, ma tolgono anche la visibilità verso l’esterno. Veniamo ora al vetro. Una adeguata scelta riguardo a tale materiale è fondamentale per evitare spiacevoli fenomeni di surriscaldamento.

La progettazione del sistema vetro più ombreggiamento (frangisole/veneziana) è governata dal “fattore solare totale” gtot, il cui valore deve essere inferiore a 0,35, ad esclusione di quello esposto a nord. Nel calcolo entrano in gioco anche le schermature esterne di cui abbiamo parlato sopra. La raccomandazione è quindi quella di scegliere vetri adeguati: oltre alla capacità di isolamento termo-acustico, vanno considerate anche le capacità di evitare il surriscaldamento dovuto all’irraggiamento solare.

Ricordate infine che avere una finestra non ombreggiata, durante il periodo estivo, equivale ad avere acceso nel vostro locale un calorifero di grande potenza.

 

 

 

Andrea Pietro Capuzzi
Ingegnereo

Consulente Casa Clima
info@studiocapuzzi.it
studiocapuzzi.it

 

Articoli Simili