Tu sei qui
Home > Illuminazione > LE LAMPADE A SOSPENSIONE

LE LAMPADE A SOSPENSIONE

lampade a sospensione dentroCASA agosto 2016

Come effettuare la scelta giusta per i propri ambienti

Nell’immagine: lampada a sospensione Drink H2 di Rotaliana.

Scegliere una lampada a sospensione non è facile come sembra. La quantità di modelli è infatti vastissima e per prendere la decisione giusta è necessario tener conto di alcuni elementi. Il consiglio resta sempre quello di pensare alla luce nel momento in cui si pensa all’arredo, altrimenti il lampadario finisce inevitabilmente per doversi “adattare” all’ambiente in cui viene inserito. Ecco quindi il primo elemento da valutare: le scelte in tema di arredamento. Se si acquista un lampadario minimal per inserirlo nel contesto di un arredamento shabby chic, dal sapore tipicamente vintage e romantico, stonerebbe fortemente. In certi casi gli stili possono convivere in maniera originale, ma è anche vero che, se non si è in grado di accostarli nella maniera corretta, si corre il rischio di creare un ambiente disarmonico. La grandezza dello spazio è un secondo elemento di cui tener conto; se la stanza da illuminare è piccola non serve in generale un grande lampadario, a meno che l’obiettivo non sia proprio quello di renderlo l’elemento principale dell’arredamento. Anche in questo caso si possono fare le dovute eccezioni e, con un po’ di accorgimenti, scegliere la lampada a sospensione perfetta. In un ambiente spazioso, a meno che non si disponga di più punti luce, si dovrà puntare l’attenzione su un lampadario che illumini in maniera omogenea, diffondendo la luce anche verso gli angoli e le pareti. Le lampade a sospensione hanno il vantaggio di essere regolabili, ad esempio in altezza. Sono inoltre fonti di illuminazione molto comuni negli ambienti residenziali, in quanto garantiscono una facile illuminazione generale. Si possono scegliere lampade a grappolo, come per esempio Rituals e Chouchin di Foscarini, Glo di Penta, oppure lampade che ricordano la forma della lampadina come la Make up di Karman, e la lampada Sola di Serafini, o in alternativa lampade giovani e colorate, ideali per chi sfoggi uno stile fresco e disimpegnato, come per esempio Nido di Masiero, Willy di Exenia, oppure più tecnologiche come Copernico, Cosmic Angel di Artemide, 2620 di Flos. Se in una sala è presente un lungo tavolo importante si potrebbe pensare alla Sky Garden o alla Smithfield di Flos e anche alla Spokes di Foscarini. Se invece si desidera illuminare ciò che si trova sui piatti o sull’area di lavoro, si potrebbe proporre la lampada Aplomb di Foscarini oppure la Drink Rotaliana. Infine, se vi è la necessità di trovare una lampada disponibile in differenti dimensioni per una zona adibita a conversazione o lettura, si potrebbe pensare alla Castore di Artemide e alla Gregg di Foscarini. Meglio comunque farsi aiutare da professionisti in grado di proporvi soluzioni appropriate alle vostre esigenze. Zani&Ranzenigo, grazie all’esposizione dei suoi showroom e al personale altamente specializzato, è in grado di offrire adeguata assistenza nella scelta del prodotto migliore, anche attraverso sopralluoghi.

cirillo-zani

Roberto Cirillo
AD Zani Ranzenigo

 

Salva

Salva

Articoli Simili