Tu sei qui
Home > ARTE & CULTURA > Design Story > PARLIAMO DI DESIGN

PARLIAMO DI DESIGN

DESIGN THONET-DC-MAGGIO-01

La storia in pillole… dagli esordi ai nostri giorni. Le tappe di un’evoluzione che attraversa i confini di spazio e tempo.

Che cos’è il “design” o, più precisamente, l’“industrial design”? Il design nasce dalla necessità di un processo di ripetizione seriale che prevede il progetto, la produzione, la vendita e il consumo di beni e servizi di supporto al processo produttivo.

Quali sono gli “eventi” che hanno caratterizzato la storia del design? La stampa, nata nel XV° secolo, ha costituito l’atto di nascita della meccanizzazione dell’arte di scrivere, mentre nel 1769 ha inizio l’industrializzazione di una delle più antiche manifatture della ceramica, la WEDGWOOD. Nel 1770 possiamo parlare dell’inizio della Prima Rivoluzione Industriale che cerca non solo di dare una risposta funzionale ad un oggetto ma anche un’idea del bello, una regola del gusto, un senso estetico.

In questi anni si passa da una società basata sull’agricoltura, sull’artigianato e sul commercio ad un sistema industriale vero e proprio attraverso l’utilizzo di nuove fonti energetiche inanimate (combustibili fossili) che coinvolge principalmente il settore tessile (spoletta volante) e metallurgico (macchina a vapore). Questo è il primo processo di accelerazione che porta ad importanti cambiamenti sociali. È il preludio della Rivoluzione Francese (1789/1799). Per quanto riguarda il mondo del mobile, il primo oggetto d’arredo di design è la sedia n. 14 realizzata da Thonet nel 1859. Nel 1870 assistiamo alla Seconda Rivoluzione Industriale, cioè al secondo processo di accelerazione dettato dall’introduzione dell’elettricità, dei prodotti chimici e del petrolio.

I movimenti culturali di questo periodo sono il Liberty Inglese, l’Art Nouveau, la Secessione Viennese, il Bauhaus, l’Art Déco, Le Corbusier, l’Industrial Design USA, il Design Nordico e il Design Italiano. Il 1970 segna l’inizio della Terza Rivoluzione Industriale. Assistiamo al terzo processo di accelerazione che si realizza con l’avvento dell’elettronica, delle telecomunicazioni e dell’informatica. In questi anni si parla di Quarta Rivoluzione Industriale, definita come l’usa e getta. Personalmente sento che c’è un bisogno di cambiamento e che i tempi siano maturi per un ritorno alla Bellezza, all’Eleganza, alla Nobiltà, al Pregio e al Valore di un progetto, senza dimenticare che lo stesso deve essere una risposta ad un bisogno, ad una esigenza, ad una necessità, ad un senso.

thonet.de

 

Ezio Ramera

Articoli Simili