Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > REINTERPRETARE LA STORIA

REINTERPRETARE LA STORIA

reinterpretare la storia

Ambienti moderni dal carattere metropolitano in un palazzo storico fiorentino.

progetto di ristrutturazione e interior design arch. filippo cei – ph eros mauroner

 

La casa nasce dal desiderio e dal sogno estetico di un giovane personaggio dello sport di mettere le proprie radici a Firenze, dopo aver vissuto in svariate città. Siamo in un palazzo storico del XV° secolo, Palazzo Foresi, nel cuore di Firenze e più precisamente in Piazza Strozzi. L’architetto Filippo Cei si dedica con entusiasmo al progetto riuscendo a creare spazi moderni che dialogano sapientemente con i caratteri rigorosi dell’architettura rinascimentale, dalle straordinarie potenzialità espressive e contraddistinta da un eccellente gusto per le “belle forme”. Il Rinascimento è infatti un periodo da inquadrare nell’ambito di un rinnovamento culturale, che con l’affermazione delle Signorie e lo sviluppo dell’Umanesimo generò un gusto antiquario e filologico. L’equilibrio con il passato è raggiunto tramite un impianto distributivo proporzionato, spazi fluidi e razionali quasi si trattasse di un loft; l’assetto planimetrico contemporaneo, privo di elementi di chiusura, consente un intervento capace di rispettare la matrice storica del contesto, esaltandone l’inestimabile bellezza. Per realizzare la propria idea l’architetto ha studiato lo spazio in tutte le sue sfumature, utilizzando materiali caldi e naturali con finiture materiche, affiancando dettagli “minimal style” ad opere d’arte della collezione del proprietario. Nulla è lasciato al caso: accanto ai dettagli di stile, numerosi elementi d’arredo sono stati disegnati ad hoc dal progettista. Il living, caratterizzato dalle imponenti e severe finestre a bifora, funziona come un ambiente dinamico e flessibile, che ruota attorno al tavolo in legno fossile kauri, utilizzato sia come tavolo conviviale che come “work area” se necessario. Il volume è dominato dalla suggestiva scala in pietra a sbalzo che conduce al soppalco dedicato al benessere. Lo spazio sottostante è impegnato dalla cucina Bulthaup laccata nera con finitura opaca realizzata “custom-made” che si apre sull’area imbottiti con un divano in cuoio soft, attrezzata con un tecnologico impianto audio-video Bang & Olufsen. Coerenza estetica e dinamismo progettuale anche per l’area notte, dove il progetto concilia elementi realizzati su misura (bagno e stanza guardaroba) con arredi di puro design. Un progetto forte, quindi, dal carattere metropolitano, in grado di sfruttare il contesto amalgamando l’esistente e le esigenze della committenza tramite uno stile raffinato e rispettoso, dove ogni sfumatura è stata realizzata con cura sartoriale.

Articoli Simili