Tu sei qui
Home > LE NOSTRE CASE > SD HOME – PASSIVE HOUSE

SD HOME – PASSIVE HOUSE

sd home dentrocasa marzo 2017

Un progetto che fa dell’architettura il mezzo per armonizzare l’abitare contemporaneo ad un contesto naturale, realizzando uno splendido esempio di integrazione e sostenibilità.

progettazione e interior design federico cappellina architetto in collaborazione con FPL Arreda testo arch. roberto poli ph celeste cima

Il paesaggio collinare che caratterizza i dintorni di Soave, nel Veronese, è costituito da una natura carica di fascino e suggestioni. L’architetto Federico Cappellina ha saputo realizzare un edificio residenziale in grado di armonizzare un’architettura moderna e minimale al contesto, trasformando le regole imposte dalla Soprintendenza ai beni paesaggistici in input preziosi. Attraverso un attento progetto a 360° l’architetto ha ottenuto un risultato esaltante che fa dell’abitazione un esempio di sostenibilità economica ed energetica, adeguato alle esigenze contemporanee e perfettamente integrato con il paesaggio circostante. Tramite soluzioni pensate per valorizzare le caratteristiche intrinseche del sito ha portato a compimento un’opera che fa di forme, volumi, spazi aperti, elementi architettonici ed arredi un insieme armonico, da vivere a tutto tondo. Una casa intelligente, dove opportune schermature proteggono dal sole estivo e lasciano filtrare la luce del giorno invernale, colori caldi e naturali si sintonizzano con il paesaggio, così come il tetto giardino, un’impiantistica domotizzata amplifica il rendimento passivo e sostenibile a livello energetico, uno stretto rapporto tra ambienti interni alla casa e spazi esterni a contatto con la natura rende l’abitare un’esperienza “totalizzante” e dove un arredo studiato in tutti i suoi dettagli porta al massimo livello il concetto dello “stare bene” e a proprio agio in ogni ambiente dell’abitazione. Proprio nell’allestimento degli spazi, la sinergica collaborazione tra il progettista e gli esperti di FPL (Full Project Living) Arreda ha fatto sì che arredamento e oggettistica non si limitassero a “riempire” le stanze ma potessero diventare il vero completamento di un concept abitativo evoluto dove superfici, materiali, finiture, coloriture e design d’autore fossero armonizzati al contesto e parte integrante del “sistema abitativo”. Un “sistema abitativo” che fa delle alte prestazioni, della personalizzazione, dell’integrazione con il paesaggio e dell’armoniosità del vivere quotidiano i propri obiettivi.

Salva

Articoli Simili