la cina seconda parte aprile16
la cina seconda parte aprile16||Drago caratterizzato da aspetto soprannaturale

TAPPETI DAL MONDO: LA CINA (seconda parte)

Il particolare cromatismo e la grande carica simbolica delle decorazioni

Nell’immagine: antico tappeto cinese il fondo policromo e la rigorosa decorazione danno vita ad un esemplare unico e suggestivo.

Il tappeto cinese fece i conti con una limitata diffusione dell’annodatura ed una committenza circoscritta a rappresentanti del potere. Tutto ciò non impedì la realizzazione di esemplari di rara bellezza ed unicità, caratterizzati da un’efficace scelta cromatica ed una decorazione semplice ma rigorosa. La filosofia cinese viene narrata attraverso una precisa rappresentazione di elementi ed oggetti indissolubilmente legati alle religioni e ai costumi locali. Il simbolismo cinese conferì un’enorme importanza ad emblemi che non hanno perso significato e risaltano grazie all’adozione di impianti semplici, generalmente a campo monocromo. La celebrazione della natura riveste un ruolo essenziale ed è esaltata principalmente nelle forme vegetali con autentiche sinfonie di fiori.

Drago caratterizzato da aspetto soprannaturale ed ibrido; nel corso di millenni il suo aspetto non è variato.
Drago caratterizzato da aspetto soprannaturale ed ibrido; nel corso di millenni il suo aspetto non è variato.

Fiori: ad orchidea, narciso, loto e pesco viene conferito un significato simbolico di felicità, purezza e longevità; sono facilmente identificabili, poiché rappresentati in maniera naturalistica, quasi pittorica, ben lontani dalla stilizzazione mediorientale.
Oggetti: legati al vivere quotidiano, di chiara ispirazione simbolica buddista, quali il vaso, la conchiglia, l’ombrello ed il fiore di loto, il bambù il cestino ed il flauto…
Animali: ad alcuni, rappresentati in maniera precisa, si attribuì valore simbolico; il cavallo indica il coraggio; il cervo la forza, la cicogna la longevità, la farfalla la fedeltà coniugale.

Il pipistrello ha significato estremamente positivo: è emblema di felicità, fortuna e prosperità, tanto che veniva disegnato sulle porte delle abitazioni.
Animali fantastici: la tendenza ad idealizzare portò la creazione di creature fantastiche tra cui spicca il drago, animale dal significato benefico, con connotazioni positive, che protegge i corsi d’acqua e porta la pioggia. Come evoluzione del serpente alato, rappresenta da sempre la regalità imperiale e per questo è posizionato sempre al centro della composizione a simboleggiare ordine e prosperità dell’universo.
Svastica: ben lontana dal triste significato che assunse nel XX ° secolo, è presente in numerose bordure di antichi tappeti; risulta originata dalla stilizzazione della ruota e deriva con buona probabilità dal termine indiano seastika, salute. Nella remota Cina assunse il significato dell’orientamento dei punti cardinali.
A distanza di oltre un secolo, i celebri tappeti cinesi mostrano una indiscutibile attualità: alla piacevolezza estetica abbinano una carica simbolica senza eguali con l’aggiunta di un pizzico di mistero.

lococo

arch. Jim Lo Coco

Consulente Tecnico del Tribunale di Brescia nel settore tessile è docente di storia e tecnica del tappeto orientale presso la SCUOLA REGIONALE PER IL RESTAURO Enaip. È titolare della storica azienda di famiglia.

 

Salva

Salva

Salva

Ultime da Tappeti orientali

I TAPPETI DI LABORATORIO

Nell’immagine: splendido tappeto di antica manifattura iraniana realizzato in un laboratorio di Kerman. Osservarne la decorazione

I TAPPETI DI VILLAGGIO

Nell’immagine: Autentico Prepedil (perepedil) Caucaso – distretto di Kuba – metà XIX° secolo. Una autentica fusione

I TAPPETI NOMADI

I primi manufatti annodati videro la luce in seno ad ambito famigliare e nomade. Il tappeto