Sedotti-dalla-natura-Agosto-2022

SEDOTTI DALLA NATURA

Un’incantevole casa di campagna immersa nella natura, ristrutturata con super-vista panoramica: un plus che aggiunge energia e benessere alla vita quotidiana.

Verrebbe da chiedersi: come non essere felici e sentirsi pienamente a casa quando è la natura in primis ad abbracciarci? Un letto di essenze arboree e arbustive sembra sorreggere la struttura avvolgendola in mille diverse sfumature secondo le stagioni.

All’orizzonte il lago con la corona di montagne e, a portata di mano, lo specchio d’acqua della grande piscina a sfioro. Non manca nulla per appagare gli occhi, il corpo e l’anima che possono facilmente beneficiare di tanti incantevoli scenari.

Un interessante progetto, dunque, ottenuto da un’importante ristrutturazione realizzata dallo studio di architettura Primatesta, che ha reso il corpo di fabbrica perfetto per il contesto immerso nella natura e per la sua destinazione d’uso.

Ci troviamo a Carcegna, un piccolo borgo situato sulle pendici del Mottarone, appena sopra il lago d’Orta e a pochi chilometri dal centro medioevale di Orta San Giulio, famosa località turistica.

Nella ristrutturazione di questa casa di campagna degli anni ’60 il progettista ha voluto ricostruire l’aspetto di una casa al mare rifacendosi all’architettura delle case delle Isole Lipari, Panarea, Filicudi: angoli tondi, prevalenza del bianco, utilizzo di legno e ferro.

C’è infatti molto bianco, sia all’esterno che all’interno, a rendere la casa luminosa, rilassante, quasi a non voler disturbare lo sfondo della natura che trapela dalle finestre e dalle terrazze.

Sedotti-dalla-natura-Agosto-2022

L’intonaco, in calce tradizionale effetto “marmorino” e il pavimento in travertino proveniente dalle cave di Tivoli accentuano il risultato, mentre l’assenza di spigoli, sostituiti da angoli tondeggianti, dà agli ambienti morbidezza, quasi un effetto etereo, un’eleganza garbata.

I serramenti in acciaio del living, invece, richiamano quelli caratteristici delle case al mare, con sezione minimale; il legno delle porte, così come quello del mobile cucina, degli armadi e del bagno è di abete proveniente da materiale recuperato nei vecchi fienili.

Nella zona relax una finestra a nastro diventa un quadro della natura dove osservare una splendida vista lago comodamente seduti sul divano. Con pochi passi si accede al portico: un ulteriore grande spazio affacciato sul giardino e sulle piante di ulivo, protetto da candidi tendaggi e utilizzato nelle stagioni migliori come zona pranzo.

Sedotti-dalla-natura-Agosto-2022

Pure la cucina, posizionata sotto un volto che la definisce, e la sala da pranzo si affacciano sull’esterno rompendo i confini e agevolando la vita all’aria aperta e nella natura circostante.

La sensibilità al riutilizzo adottata dallo Studio Primatesta si concretizza anche nei tavoli in legno di castagno della zona pranzo, sia interna che esterna, provenienti dalla dismissione di un vecchio convento.

La zona notte mantiene lo stesso incantevole stile, delicato e cromaticamente neutro, che lascia parlare la natura intorno alla casa, così vicina che sembra di poterla afferrare allungando una mano.

Progetto Studio di Architettura Primatesta - Foto Pier Maulini - Testo Alessandra Ferrari

Ultime da Home Design

VELEGGIARE URBANO

In piena estate ci piace pensare alle bianche vele sospinte dal vento, le stesse che troviamo

UNA NUOVA ELEGANZA

Sulla Storia, Genesin Casa Amica riscrive note di modernità e eleganza compatibili con la vita attuale

ISPIRAZIONE DESERTO

Glamour senza rinunce in questa villa per le vacanze, lontana dal caos cittadino. Qui i colori