MONDRIAN DOHA - DENTROCASA GIUGNO 2018
MONDRIAN DOHA - DENTROCASA GIUGNO 2018

WONDERFUL “MONDRIAN DOHA”

/

Lo straordinario e avveniristico progetto di questo hotel sintetizza lusso, modernità, eccellenza e porta la firma di Marcel Wanders.

testo e ph betty colombo

 

Il Qatar è uno Stato degli Emirati geo-localizzato sulla Penisola Arabica. Fino a qualche decennio fa, aveva un sistema economico basato sul commercio di perle e sulla pesca, ma a partire dagli anni ’70, lo sfruttamento dei pozzi petroliferi e dei giacimenti di gas naturale hanno portato ad una crescita economica formidabile che colloca oggi i suoi abitanti al primo posto tra i più ricchi del mondo. In un sistema finanziario ben strutturato e gestito dall’emiro della famiglia Al Thani, l’enorme potere economico ha portato rilevanti miglioramenti sociali attraverso progetti legati alle opere pubbliche e ai servizi assistenziali.

Un ambizioso piano di ammodernamento che tocca infrastrutture e urbanizzazione, aprendo ampie possibilità al turismo e spianando la strada a grandi colossi internazionali dell’hotellerie. In un contesto tanto dinamico, l’arte e il design tracciano un percorso importante, perché trovano nella capitale Doha i mezzi sufficienti per dar vita a progetti ambiziosi, fra cui l’apertura del nuovo Mondrian Hotel, uno straordinario progetto firmato dall’olandese Marcel Wanders, in collaborazione con la South West Architecture.

L’hotel, della famosa catena alberghiera SBE, dispone di 270 stanze divise in 5 tipologie differenti con varie categorie tra camere standard, suite e monolocali suddivisi su 24 piani. Una vera opera d’arte in cui tutto strabilia; un lavoro di progettazione e realizzazione che ha previsto un considerevole impegno di tempo e di investimenti. Il risultato è un contenitore lussuosissimo, che ruota attorno ad una caratteristica e imponente scala a chiocciola.

L’impatto all’ingresso è forte, con materiali super lucidi, forme curvilinee che creano stravaganti dinamismi spaziali e volumi imponenti capaci di proiettare l’ospite in una tridimensionalità quasi fiabesca: un mondo futuristico in cui spazi enormi contengono divani dorati, vasi giganteschi, pareti decorate e stampate in un continuo gioco di riflessi e preziosismi iper moderni. Una sorta di immersione in un mondo simile ad Alice nel Paese delle Meraviglie, in cui si ha la sensazione che tutto possa essere possibile; la giocosità di Marcel Wanders sorprende ed incanta, mentre reinterpreta gli arabeschi decorativi e le miniature persiane, oltre che la piscina a scacchi bianchi e neri. Così tutto si ferma e si può iniziare a sognare.

 

 

 

Wonderful “Mondrian Doha”

The extraordinary and futuristic project of this hotel summarizes luxury, innovation and excellence: it bears Marcel Wanders’ signature.

Photography and text written by Betty Colombo

Qatar is one of the present independent Emirates, a country located in the Arabian Peninsula. Until a few decades ago, it had an economic system built on fishing and pearl trade but starting from the ‘70s the development of oil wells and natural gas fields have led to a skyrocketing economic growth; today Qatar and its inhabitants are ranked among the richest in the world. This huge economic power – inside a well-structured financial system managed by the House of Al Thani’s emir – brought significant social improvements, thanks to different projects related to public works and care services.

A challenging modernization plan that concerns infrastructures and urban development, while opening major opportunities to tourism and paving the way for enormous international companies in the hotel industry. In this highly dynamic context, art and design trace an important route since the main center Doha offers sufficient resources to give life to ambitious projects, including the opening of the new Mondrian Hotel – an extraordinary project which bears Marcel Wanders’ Dutch signature in cooperation with South West Architecture –. The hotel – belonging to the famous hotel chain SBE – offers 270 rooms, split into 5 different types with several categories including standard rooms, suites and studio apartments on 24 floors.

A real work of art where everything amazes: a work of planning and realization that considered a remarkable commitment of time and investments. The result is a so luxurious building, revolving around a distinctive and impressive winding staircase. A strong effect welcomes you at the door with extra polished and shiny materials, curvilinear shapes that create bizarre spatial dynamisms and majestic volumes able to launch your guests in a nearly fairy-tale thee-dimensionality: a futuristic world where huge spaces contain golden sofas, gigantic vases, printed and decorated walls in a constant play of reflections and hyper modern preciosities.

A kind of immersion in a world similar to Alice in Wonderland, where you have the feeling that anything is possible; Marcel Wanders’ playfulness amazes and enchants while reinterpreting ornamental arabesques and Persian miniatures, in addition to the black and white checkered swimming-pool. So, everything stops and we can start dreaming.

Ultime da Hotel & Resort

RELAX A TUTTO GLAMOUR!

Carattere e charme per l’Hôtel du Léman che, fresco di ristrutturazione, si rifà il trucco sfoggiando