Paolo-Conte-Tris-di-novità-Agosto-2022

PAOLO CONTE, TRIS DI NOVITÀ 

Giovanni Tomasini, designer e direttore creativo di Studio7B, presenta gli ultimi progetti di Paolo Conte presentati al Salone Satellite.

Paolo Conte, 28 anni, è un giovane designer nato e cresciuto ad Acqui Terme, la celebre “città dell’acqua” nel basso Piemonte, dove tutt’oggi vive e lavora come freelance.

Dopo il diploma in Product Design allo IED di Torino e diversi anni di gavetta fra Milano e il capoluogo piemontese, dove affina sul campo le sue abilità, arrivano anche collaborazioni con realtà nazionali ed estere.

Fatiche che oggi possiamo dire senz’altro ripagate, perché Paolo Conte è fra l’élite di giovani designer selezionati per il 2022 da Marva Griffin Wilshire, l’ideatrice e talent scout del Salone Satellite, la vetrina più dinamica del Salone del Mobile di Milano.

L’esordio di Conte al Salone Satellite è senz’altro dirompente, con ben cinque pezzi ognuno dei quali “parla una lingua diversa”, tutti autoprodotti, sviluppati in modo indipendente e raccolti in tre famiglie: Anachronism, B.I.G. e The Rising Lamp.

Note nostalgiche si fondono a una concreta carica innovativa in arredi che sembrano ripercorrere le tappe iconiche del design. Partendo da B.I.G., acronimo di “Bold Is Good”, una poltrona e un tavolino che riportano al periodo d’oro del tubolare d’acciaio che spopolò negli anni ’70, ma visti in chiave del tutto inedita e originale.

Paolo_Conte-Tris-di-novità-Agosto-2022

La coppia di arredi di Paolo Conte si presenta con dei loop di tubi dal diametro di ben 14 cm, senza inizio o fine; la struttura del tavolino sorregge un piano circolare in vetro, mentre la seduta della poltrona si completa con una fascia tesa.

Anachronism ci catapulta negli anni ’90 con un omaggio a Twin Peaks, una serie che vide la convergenza tra i visionari registi David Lynch e Mark Frost: un mobile liberamente ispirato alla “Stanza rossa” un luogo metafisico, pensato per mantenere i ricordi fuori dal tempo.

L’insolita apertura obliqua, il motivo seghettato che si ripete sul legno laccato e le sottili gambe a forma di spillone faranno la felicità degli appassionati del design d’autore così come dei “telefilm addicted”.

Paolo_Conte-Tris-di-novità-Agosto-2022

Ultime, ma non per importanza, le lampade di Conte “The Rising Lamp” dallo stile moderno e proiettato al futuro. Questi oggetti, che sembrano provenire da una serie Sci-Fi, adottano tecnologia LED, sono portatili, dimmerabili e ricaricabili.

Un cerchio luminoso interseca un cono, come il sole che sorge da dietro una montagna per accogliere un giorno migliore. Un’iconografia ottimista e positiva, che si concretizza in una maniglia luminosa e un dimmer, perfettamente integrati in una forma finemente tornita.

La versione azzurra della medesima lampada è realizzata tramite il riciclo di circa 50 mascherine chirurgiche, trasmutando un doloroso simbolo della pandemia in un oggetto di alto design.

Paolo-Conte-Tris-di-novità-Agosto-2022

Il circolo virtuoso ha coinvolto la Protezione Civile di Acqui Terme per il reperimento e la sanificazione del materiale di scarto e il Politecnico di Torino per la produzione e la resa del materiale finale. 

ashdesign.it

Paolo_Conte-Tris-di-novità-Agosto-2022
Giovanni Tomasini - Studio 7B

Giovanni Tomasini - Studio 7B

Interior design, industrial design, web e consulenza in marketing & commerciale. - FabLab Brescia, via Pavoni, 7/B Brescia

Ultime da Spazio design