Chagall e il mondo capovolto maggio 2011
Chagall e il mondo capovolto maggio 2011

CHAGALL E IL MONDO CAPOVOLTO

/

A Palazzo Forti di Verona una retrospettiva sull’artista russo

Soggetti che sfidano la forza di gravità. Figure oniriche, capovolte, volanti, che aleggiano in scenari fantastici. L’originalità di Marc Chagall è figlia di una congerie di fattori, artistici e spirituali. E a Palazzo Forti, a Verona, è possibile ammirarne uno splendido saggio con la mostra “Chagall. Il mondo sottosopra”. In mostra 137 opere del maestro tra dipinti, disegni e incisioni, realizzati tutti tra il 1917 e il 1982 e provenienti dal Musée national Marc Chagall di Nizza, dal Musée national d’Art Moderne Centre Georges Pompidou e da importanti collezioni private.
Sono tanti i motivi per i quali un soggetto figura rappresentato in maniera del tutto anomala rispetto facendo prevalere l’immaginario sul reale. E sono imputabili ad una complessità interiore dell’artista a contatto con diverse correnti di stile, ma anche con un entroterra culturale che dall’ebraismo l’ha portato a partecipare alla Rivoluzione d’ottobre. Input che hanno condizionato il suo stile nel segno di un tempo senza coordinate e di uno spazio privo di punti cardinali. Per questo l’attenzione si focalizza spesso sul mondo del circo e sulle stravaganze che lo contraddistinguono fra saltimbanchi e acrobati. Ma Chagall esplora anche la realtà comune ammantandola di quel fantastico che non può prescindere dal suo fare arte. Dal suo celebre autoritratto a sette dita, alle conosciute rappresentazioni sull’amore. E poi musicisti, asini, orologi a pendolo: figure che sembrano emigrate dal mondo dei sogni e portate d’incanto in contatto fra loro in nome di una creatività nuova. Capovolgere il reale ha significati reconditi che trovano radice nei ricordi d’infanzia o nei ritmi della vita popolare russa, ma anche nelle vicende storiche più cruente del secolo. Chagall, la cui opera è difficilmente catalogabile in una categoria dell’arte contemporanea, osserva e trasfigura, dona ai soggetti aspetti improbabili, li fa giocare con le leggi della fisica per un tuffo nel fantastico e nel colore.

Fino al 10 luglio 2011; per informazioni tel 045 8001903

[ap_divider color=”#CCCCCC” style=”solid” thickness=”1px” width=”100%” mar_top=”20px” mar_bot=”20px”]

di Stefania Vitale

Ultime da Art & Culture

LO SCAFFALE DI NOVEMBRE

Infinite storie ed ispirazioni per un Novembre da leggere! Tra racconti ed avventure, una lista dettagliata

DISNEY NEL BACKSTAGE

Nell’immagine di copertina: Frozen 2 – Il Segreto di Arendelle, 2019 Jin Kim Concept art, disegno

LO SCAFFALE DI OTTOBRE

Interviste, curiosità, storie e magici consigli… Questo autunno lasciati conquistare dai sei nuovissimi titoli dello scaffale,