Tu sei qui
Home > CASA & CO. > Eco-case

L’INVOLUCRO DEGLI EDIFICI, PARTE TRASPARENTE

INVOLUCRO TRASPARENTE

Numerose le funzioni da assolvere: dall’illuminazione al riparo, dal comfort acustico alla sicurezza. Proseguiamo con la parte trasparente dell’involucro: i serramenti esterni, che rappresentano uno dei componenti dell’edificio a più elevato contenuto tecnico-tecnologico. Essi devono assolvere numerose funzioni: accessibilità, illuminazione, riparo dalle intemperie, ricambio d’aria, comfort acustico, sicurezza. Per fare tutto questo,

L’INVOLUCRO DEGLI EDIFICI – terza parte

Isolare dall’interno: quando e come (terza parte) L'isolamento delle pareti dall’interno è un’altra soluzione che si applica quando non è possibile intervenire dall’esterno. Questa condizione è determinata da svariate motivazioni. Ne elenco alcune: facciata con rivestimenti e decori pregiati, vincoli di tutela, edifici costruiti in aderenza o più semplicemente la volontà

L’INVOLUCRO DEGLI EDIFICI – seconda parte

Edifici ed efficienza energetica: i primi passi da compiere per avere un edificio più efficiente (seconda parte). Ci occupiamo in questo numero dell’isolamento delle pareti esterne dell’edificio o delle pareti verso locali non riscaldati. Innanzitutto bisogna fare una distinzione tra isolamento esterno ed interno. Partendo dall’isolamento esterno, una delle soluzioni più

L’INVOLUCRO DEGLI EDIFICI – prima parte

I primi passi da compiere per avere un edificio più efficiente nell'immagine: Riqualificazione Ziqqurat - Montichiari - pubblicata sul Rapporto OISE di lega Ambiente del 2015. Il mese scorso abbiamo parlato delle motivazioni che hanno portato alla costruzione di edifici più efficienti. Ora vediamo come si costruiscono. Un edificio ad alta efficienza

SOTTO LA PELLE DI UN EDIFICIO

PELLE

Il risparmio energetico: provvedimenti normativi ed interventi tecnici. Il primo giudizio che diamo ad un edificio è fortemente influenzato dal nostro gusto: forma, colore, contesto, dimensioni, fruibilità e molti altri parametri. Successivamente sarebbe però opportuno valutare cosa c’è “sotto la pelle” prendendo in considerazione criteri quali solidità, durabilità, costi di gestione,