villa delia luglio 2014
villa delia luglio 2014

VILLA DELIA: TRA RIFERIMENTI E SUGGESTIONI

Una dimora che fa dei propri percorsi un motivo d’orgoglio, generando un abitare contemporaneo sapientemente calato nel contesto.

progetto di ristrutturazione geom. graziano franzoni – ph celeste cima – testo arch. roberto poli

Esistono luoghi che hanno un rapporto speciale con ciò che li circonda e da cui traggono ispirazione per forme e funzioni. In questo contesto la residenza è da sempre un “fatto privilegiato” in cui non ci si limita a vivere un edificio, ma si legge chiaro un confronto con la geografia del territorio. La dimora progettata da Graziano Franzoni è edificata sul sedime di un edificio preesistente e ne mantiene la giacitura e la caratteristica forma a “L” esaltando la relazione diretta con il sito e l’emergenza del Monte Orfano. Il progetto vuole mantenere tutte le peculiarità insite nel rapporto con il contesto riscontrabili negli edifici storici del luogo, realizzando un’abitazione dal sapore moderno, capace di esprimere un rapporto diretto con la storia. Ecco allora che l’ingresso principale viene posto a nord, lungo la strada, e traccia una traiettoria ordinatrice sulla quale si intersecano tutti gli altri percorsi. All’interno della villa questa forma una crociera con la direttrice che attraversa tutto il piano terra, ai piedi della scala da cui si sale ai livelli superiori; all’esterno vi è l’intersezione con l’asse che porta al portico, anch’esso dalla forma a “L”; ne risulta una spazialità centrale simile ad una corte interna, dove dallo splendido giardino si coglie l’orientamento verso il Monte Orfano. Le traiettorie interne ed esterne determinano invidiabili ed originali sequenze prospettiche che si concludono come fondale nelle acque della piscina, riscoprendo il valore simbolico delle peschiere proprie delle antiche dimore. L’impianto a “L” dell’abitazione, oltre al nucleo centrale del portico in doppio volume è ribadito dalle due testate terminali: a sud verso l’acqua e a ovest verso il tramonto, dove la casa si apre con ampie vetrate sovrastate al piano primo da coperture terrazzate. Tale forma è infine esaltata da un elemento verticale a “torre”, pensato come cerniera di un luogo che custodisce al proprio interno un percorso segreto, ascensionale, che si conclude in copertura dove si apre un’altana belvedere, quasi fosse il terminale di un ultimo sguardo al crinale del monte.

Ultime da Le nostre case

BAGLIORI E DESIGN

[Best_Wordpress_Gallery id=”862″ gal_title=”BAGLIORI-E-DESIGN”] Una villetta di nuova costruzione per una giovane famiglia che ama la bellezza

VIVERE IN UN’EMOZIONE

[Best_Wordpress_Gallery id=”863″ gal_title=”VIVERE-IN-UN-EMOZIONE”] Carattere ed emozione per questo chalet a Madonna di Campiglio dove la natura

GLAMOUR IN COSTA AZZURRA

[Best_Wordpress_Gallery id=”864″ gal_title=”GLAMOUR-COSTA-AZZURRA”] Un ambizioso progetto architettonico fa di questa villa sulla Costa Azzurra un piccolo

DENTRO LA STORIA

[Best_Wordpress_Gallery id=”865″ gal_title=”DENTRO-LA-STORIA”] Vivere nelle trame del passato con la bellezza e il comfort che solo

OLTRE L’INFINITO

[Best_Wordpress_Gallery id=”866″ gal_title=”OLTRE-INFINITO”] Incastonata nella roccia delle colline bergamasche, una villa si sviluppa su più livelli