abitare ammirando il lago - giugno 2014
abitare ammirando il lago - giugno 2014

ABITARE AMMIRANDO IL LAGO

Un edifico anni ’50 diventa oggetto di un’esemplare trasformazione tesa al recupero dei caratteri tipologici dell’architettura vernacolare del Lago.

progetto di ristrutturazione e interni arch. rino cimmino – ph pier maulini – testo arch. rino cimmino

L’abitazione è ubicata in una posizione magnifica, con affaccio diretto sulla sponda ovest del Lago D’Orta, con uno spettacolare affaccio sul Santuario della Madonna del Sasso. L’accesso alla residenza segue il declivio naturale: dalla strada si scorge la casa e, impegnando una scala in pietra locale e ferro, si raggiunge questo luogo romantico. Dal giardino si accede poi al piccolo pontile privato. L’edificio è del 1954 e l’architettura originale risultava del tutto dissonante rispetto alla tipologia costruttiva lacustre. Nel 2005 la darsena viene acquistata da due giovani imprenditori del settore edile, amanti del lago, delle “tipicità architettoniche” e con una grande passione per le barche. L’entusiasmo della committenza diventa contagioso e gli input progettuali partono dalla luce, generosa e unica, capace di filtrare libera creando un’atmosfera intima. Così gli ambienti diventano luoghi di meditazione e riposo. Una volta impostato il progetto, si trattava di dargli un’identificazione in modo da inserirlo nel contesto con eleganza e delicatezza. Gli interventi edilizi principali si riassumono nella demolizione dei cornicioni in cemento armato. Sono stati rimossi i rivestimenti della facciata ed internamente è stato modificato il distributivo. L’abitazione ora ha grande personalità: gli esterni materici e sobri sono tradizionali, con un accenno all’architettura vernacolare del lago. Il tetto “a capanna”, realizzato con putrelle in ferro ed assito di legno con manto di copertura in lastre grecate in rame, rappresenta un elemento chiave nella ristrutturazione: infatti consente di creare un volume a doppia altezza intervallato da un soppalco. L’ambiente è continuo ed “aereo” e lo sguardo corre libero. Il comune denominatore dell’abitare è rappresentato dalla pavimentazione in listoni di legno levigati di colore scuro con interposte fughe in metallo cromato, nota distintiva rievocante le tipiche coperte in teak delle imbarcazioni. Il soppalco si raggiunge impegnando una raffinata scala in lamiera sagomata ed è delimitato da una balaustra in vetro. Il living contempla la zona cucina–pranzo e la zona salotto con camino rivestito in lamiera di ferro verniciato. Nell’area notte il corridoio centrale distribuisce la camera padronale con annesso spogliatoio e camera degli ospiti.

Ultime da Le nostre case

BAGLIORI E DESIGN

[Best_Wordpress_Gallery id=”862″ gal_title=”BAGLIORI-E-DESIGN”] Una villetta di nuova costruzione per una giovane famiglia che ama la bellezza

VIVERE IN UN’EMOZIONE

[Best_Wordpress_Gallery id=”863″ gal_title=”VIVERE-IN-UN-EMOZIONE”] Carattere ed emozione per questo chalet a Madonna di Campiglio dove la natura

GLAMOUR IN COSTA AZZURRA

[Best_Wordpress_Gallery id=”864″ gal_title=”GLAMOUR-COSTA-AZZURRA”] Un ambizioso progetto architettonico fa di questa villa sulla Costa Azzurra un piccolo

DENTRO LA STORIA

[Best_Wordpress_Gallery id=”865″ gal_title=”DENTRO-LA-STORIA”] Vivere nelle trame del passato con la bellezza e il comfort che solo

OLTRE L’INFINITO

[Best_Wordpress_Gallery id=”866″ gal_title=”OLTRE-INFINITO”] Incastonata nella roccia delle colline bergamasche, una villa si sviluppa su più livelli