contemporanità rurale dicembre 2014
contemporanità rurale dicembre 2014

CONTEMPORANEITÀ RURALE

Il legame con la storia ed il territorio caratterizza il progetto, conferendogli un’impronta autentica ed inedita.

progetto d’interni eUTROPIA architettura – ph e testo betty colombo

Il mulino Morandi è uno dei pochi che macinavano castagne e grano. Sorge nella campagna tra Firenze e Arezzo, sul torrente Ciuffenna, nel Chianti Aretino e le prime tracce risalgono al XII° secolo. È stato lo studio fiorentino Eutropia a seguirne il restauro, portando il mulino da rudere a nido accogliente ed ospitale. Il progetto ha prediletto l’uso di materiali eco-compatibili con principi di bio architettura, cercando di valorizzare le caratteristiche originarie della struttura e di preservare lo spirito del luogo. Si è posta attenzione per ogni singolo dettaglio cercando di esaltare il lusso raffinato della semplicità. Un progetto ardito, dove si è riusciti a miscelare, con grande eleganza, stili e tendenze molto diversi. L’involucro architettonico originario è stato rispettato, l’interno invece si apre pienamente alla contemporaneità. Fondamentale per gli architetti è stato ripensare all’edificio radicalmente senza dimenticare mai la patina autentica del tempo; scelte non semplici, con un lavoro fatto di piccoli ed essenziali gesti, quasi chirurgici. È palese in ogni dettaglio quella sensibilità capace di amalgamare le sfumature del tempo, senza soffocarle, per renderle invece attuali.
Il lavoro di restauro è stato filologico, conservando l’aspetto rustico e rurale; la ristrutturazione ha puntato a conservare l’essenza del luogo, in un costante rapporto dialettico tra vecchio e nuovo. Il segno contemporaneo è individuabile nei pavimenti in cemento e nei divisori, che convivono in equilibrio con la preesistenza, spesso esaltandola. Gli intonaci sono stati semplicemente ripresi, conferendo alla casa l’aspetto di un monolite terroso, perfettamente tonale con la locale terra tufacea, una palette neutra che si inserisce nella natura in maniera dolce. Nessuna tinteggiatura è stata sovrapposta e gli interni conservano l’atmosfera di “ombroso rifugio” della casa contadina. Molti arredi sono stati progettati con elementi di recupero, disegnati per vivere in questo luogo, ricercati nei mercatini e ricomposti con gusto. Il risultato sono cinque mini appartamenti autonomi, con una grande piscina comune incastrata tra le rocce e il torrente. Tutto induce al riposo e al relax, con la natura che garantisce privacy e un panorama davvero unico.

 

Ultime da Le nostre case

BAGLIORI E DESIGN

[Best_Wordpress_Gallery id=”862″ gal_title=”BAGLIORI-E-DESIGN”] Una villetta di nuova costruzione per una giovane famiglia che ama la bellezza

VIVERE IN UN’EMOZIONE

[Best_Wordpress_Gallery id=”863″ gal_title=”VIVERE-IN-UN-EMOZIONE”] Carattere ed emozione per questo chalet a Madonna di Campiglio dove la natura

GLAMOUR IN COSTA AZZURRA

[Best_Wordpress_Gallery id=”864″ gal_title=”GLAMOUR-COSTA-AZZURRA”] Un ambizioso progetto architettonico fa di questa villa sulla Costa Azzurra un piccolo

DENTRO LA STORIA

[Best_Wordpress_Gallery id=”865″ gal_title=”DENTRO-LA-STORIA”] Vivere nelle trame del passato con la bellezza e il comfort che solo

OLTRE L’INFINITO

[Best_Wordpress_Gallery id=”866″ gal_title=”OLTRE-INFINITO”] Incastonata nella roccia delle colline bergamasche, una villa si sviluppa su più livelli