a-bordo-del-Magnum-63-Fury-aprile-24

A BORDO DEL MAGNUM 63 “FURY”

08/04/2024

Tommaso Spadolini incaricato di un refit tra leggenda e innovazione.

Nella nautica più esclusiva assistiamo a due tendenze ben distinte ma anche complementari: da un lato progetti sempre più avveniristici e dall’altro la riscoperta di alcune icone che meritano di essere restaurate e riportate agli antichi splendori, magari con un’iniezione di nuove tecnologie.

a-bordo-del-Magnum-63-Fury-aprile-24

Questo è quello che ha spinto un armatore italiano a scoprire in fondo a un capannone uno splendido, ma fermo sull’invaso da una decina d’anni, Magnum 63. L’ultimo della serie, prodotto dal cantiere statunitense nel 1992.

Oltre che di barche, il nuovo armatore è appassionato anche di auto storiche e quando ha incaricato Tommaso Spadolini di curare il refitting della barca l’ha voluta ridipingere con i colori della mitica Ford GT40 che negli anni Sessanta lanciò (e vinse) la sfida alla Ferrari nella mitica 24 Ore di Le Mans.

a-bordo-del-Magnum-63-Fury-aprile-24

“La barca era in ottimo stato nonostante i tanti anni di inattività”, racconta Tommaso Spadolini. “Ma i lavori necessari per riportarla in condizione di navigare sono stati molti: il professionale contributo del cantiere C.A.R.M di Lavagna e l’impegno del suo titolare Marco Poerino meritano certamente di essere citati.

L’armatore e i suoi figli sono molto alti e negli spazi comuni interni ed esterni sono state necessarie delle modifiche sostanziali. Così, oltre ad alcuni interventi di laminazione della carena, sono stati completamente rivisti interni e sala macchine. Abbiamo poi eliminato una brutta battagliola per far rivivere la pulizia delle linee originali di Pininfarina”.

magnummarine.com

a-bordo-del-Magnum-63-Fury-aprile-24
Picture of Emanuele Donald Zenoni

Emanuele Donald Zenoni

emanuelezenoni@gmail.com

Argomenti

Seguici su

Ultime da Yacht Club

videoworks-dai-megayacht-alle-residenze-piu-esclusive

NUOVO AQUILA 47 MOLOKAI

Il catamarano offshore che può volare sull’acqua a 72 nodi. Il brand statunitense Aquila Power Catamarans, nato dalla partnership tra Sino Eagle
Vai a

Don't Miss